EURO 2020 cambio sede
Copyright: Peter Fitzpatrick/via Onefootball

Si sta avvicinando il momento entro cui confermare alla UEFA la disponibilità o meno a garantire la presenza del pubblico negli stadi per EURO 2020, e le federazioni europee sono costrette a decidere se accettare di ospitare gli incontri oppure se rinunciarvi.

Per l’Italia il rischio sembra scongiurato, con il governo che ha dato il via libera all’ingresso dei tifosi allo Stadio Olimpico questo giugno (anche se l’ultima parola spetterà comunque al Cts, che farà le opportune valutazioni).

Tuttavia, non in tutti i Paesi si è mantenuta la stessa linea. Come riporta il Sun, l’Irlanda molto probabilmente rinuncerà a ospitare le gare previste all’Aviva Stadium di Dublino. Gli incontri, di conseguenza, si sposteranno in Inghilterra, in uno stadio comunque diverso da Wembley, molto probabilmente uno dei due grandi stadi di Manchester.

Un’altra alternativa – nel caso le sfide dovessero essere riprogrammate – è il New White Hart Lane del Tottenham, per via delle infrastrutture e degli alberghi della zona, ma la polizia londinese non è d’accordo nell’ospitare più gare nello stesso giorno nella stessa città.

Dublino era stata selezionata come una delle 12 sedi in cui disputare un girone del torneo di EURO 2020 e un ottavo di finale della competizione. L’Irlanda non è riuscita a qualificarsi per l’evento, ma la capitale avrebbe comunque ospitato il Gruppo E, con Spagna, Svezia, Polonia e Slovacchia.