fasce gironi champions
Il trofeo della Champions League (Foto: Matteo Minnella Insidefoto)

Mercoledì 31 marzo sarà un giorno fondamentale per il futuro della UEFA Champions League. Secondo quanto riportato dal quotidiano portoghese A Bola, il rappresentante delle Leghe europee in seno al Comitato Esecutivo UEFA darà il proprio benestare alla riforma dal 2024/25.

Il solco è quello tracciato dall’ECA, con l’associazione presieduta da Andrea Agnelli che ha chiesto un maggior numero di squadre coinvolte nella competizione e – di conseguenza – un maggior numero di partite da disputare.

Come noto, non si tratterà di una Superlega, ma si avvicinerà comunque a un campionato internazionale. Si dirà addio alla fase a gironi, con 36 squadre partecipanti (invece delle attuali 32), ognuna delle quali giocherà 10 partite: 5 in casa e 5 in trasferta, tutte con avversari differenti.

Le prime 8 classificate avranno accesso diretto agli ottavi di finale, mentre le altre 8 sfidanti usciranno da spareggi che si terranno tra le squadre posizionate dal 9° al 24° posto. Dunque, turni a eliminazione diretta fino alla finale per un totale di 225 partite.

Ogni dettaglio sarà discusso nella Commissione UEFA per le competizioni di club, guidata dal presidente della Federcalcio portoghese Fernando Gomes, che si riunirà domani (30 marzo). Poi, mercoledì 31 marzo, l’annuncio di un passaggio epocale per la massima competizione europea per club.

GUARDA IL GRANDE SPORT DI SKY IN STREAMING SU NOW. CLICCA QUI E SCOPRI L’OFFERTA GIUSTA PER TE