Lione, azioni ai giocatori in cambio del taglio stipendi

La pandemia ha costretto diverse società sportive europee a rivedere al ribasso i salari da garantire ai propri impiegati, atleti e non. A riguardo, dalla Francia arriva una soluzione rivoluzionaria,…

La pandemia ha costretto diverse società sportive europee a rivedere al ribasso i salari da garantire ai propri impiegati, atleti e non. A riguardo, dalla Francia arriva una soluzione rivoluzionaria, messa in atto dal Lione. La società ha infatti raggiunto un accordo per ridurre i salari di giocatori e staff, i quali riceveranno in cambio delle azioni del club.

La riduzione dei salari andrà dal 5% al 25%, e avrà luogo tra febbraio e giugno 2021, con il taglio maggiore che verrà subito dai giocatori. Le azioni che verranno corrisposte avranno un prezzo di 2,22 euro ciascuna, come spiega la società in una nota.

“L’Olympique Lione è lieto di aver raggiunto un accordo con gli atleti che, rappresentano già il 50% della rosa, il che dimostra lo spirito collettivo e l’unione del club”, ha commentato il presidente del club francese, Jean-Michel Aulas.

Il Lione era stato il primo club in Francia a sospendere in maniera temporanea gli stipendi, con l’obiettivo di ridurre i costi di gestione in una stagione che non si sarebbe mai conclusa. La società ha chiuso il primo semestre della stagione 2020-21 con perdite per 50,6 milioni di euro, con entrate inferiori del 37% rispetto all’anno scorso.