Milan maglia trasferta
Esultanza dei giocatori del Milan ( Photo Andrea Staccioli / Insidefoto)

Dove vedere Manchester United Milan tv streamingSfida dal sapore storico quella che va in scena all’Old Trafford di Manchester, dove lo United e il Milan si affrontano nell’andata degli ottavi di finale di UEFA Europa League.

I rossoneri sono stati abbinati ad una delle avversarie più temibili per il turno di coppa e proveranno a ottenere un risultato positivo in vista del ritorno a San Siro. Ancora in emergenza la formazione di Pioli, che dovrebbe riproporre una squadra simile a quella vista a Verona.

In casa United Solskjaer dovrà invece fare a meno di Marcus Rashford, ma potrà contare su Greenwood e su un super Bruno Fernandes, già autore di 23 reti in stagione.

Dove vedere Manchester United Milan tv streaming, come seguire la gara

La partita Manchester United-Milan sarà trasmessa in esclusiva su Sky. La sfida andrà in scena giovedì 11 marzo 2021, con calcio d’inizio fissato per le ore 18.55.

Gli abbonati alla pay Tv (CLICCA QUI PER CREARE L’ABBONAMENTO SU MISURA PER TE) potranno usufruire anche del servizio Sky Go, che consente di seguire gli eventi anche in mobilità grazie a PC, smartphone e tablet. In alternativa, chi preferisce essere libero da vincoli può affidarsi a Now Tv, che prevede ticket tematici senza rinnovo automatico.

Dove vedere Manchester United Milan tv streaming, i canali tv

I canali dedicati per la diretta saranno:

  • Sky Sport Uno (canale 201 del satellite e canali 472 e 482 del digitale terrestre)
  • Sky Sport (canale 252 del satellite)

Dove vedere Manchester United Milan tv streaming – Le probabili formazioni

MANCHESTER UNITED (4-2-3-1): Henderson; Wan-Bissaka, Bailly, Maguire, Shaw; McTominay, Fred; James, Bruno Fernandes, Greenwood; Martial. All.: Solskjaer.

MILAN (4-2-3-1): G. Donnarumma; Calabria, Kjaer, Romagnoli, Dalot; Kessie, Tonali; Saelemaekers, Brahim Diaz, Castillejo; Leao. All.: Pioli.

PrecedenteInter, Riello nuovo Official Regional Partner in Cina
SuccessivoAgnelli: «Troppe 20 squadre per i campionati»