Ghirelli seconde squadre Serie C
Francesco Ghirelli. presidente della Lega Pro (Photo by Gabriele Maltinti/Getty Images)

Investire sulle seconde squadre può essere un progetto importante e allo stesso tempo competitivo, quindi da non trascurare, per la Serie C. Questo è il pensiero del presidente Francesco Ghirelli, che si augura che possano esserci altri club che possano seguire l’esempio della Juventus e investire in questo ambito.

“Noi siamo la Lega che forma e vuol continuare a formare giovani talenti. È venuto il momento di sederci intorno ad un tavolo con la Serie A e la Serie B e ragionare a sistema. Forse possiamo insieme essere complementari per un processo che renda il calcio italiano sostenibile, competitivo e capace di valorizzare giovani calciatori. Noi della C ci siamo – sono le parole del numero uno della Lega Pro, da poco rieletto -. Essendo come ho detto un presidente pro tempore e, oggi, un presidente di transizione posso permettermi di parlare, ancor più di ieri, senza remore o mediazioni. Transizione? È il ruolo di chi vuol spingere un processo di riforme e innovazioni per consegnare il testimone ad un gruppo dirigente giovane”.

A detta di Ghirelli non è più il momento di tergiversare, ma si può sfruttare questo periodo in cui tutti i club, complice la pandemia, sono stati costretti a rivedere le loro strategie sul piano economico, per agire. “Il calcio è ad un bivio tra competitività e arretramento. Ad oggi prevale il secondo aspetto, ma il primo emergerà se chi governa avrà coraggio. Noi siamo la lega che vuol formare talenti, per le nazionali italiane, per le squadre di serie A e B, per patrimonializzare i club. Ieri si gioca in Coppa Italia, al 14° minuto del primo tempo supplementare un giovane calciatore, Hamza Rafia della Juventus, segna il goal di qualificazione contro il Genoa. Domenica Rafia aveva giocato in serie C, contro la Carrarese, ed aveva segnato. La Juventus ha fatto giocare Portanova, Dragusin e Wesley, in panchina c’erano Frabotta, ormai stabile in serie A, ed altri tre calciatori giovani della squadra di Serie C”.