Juventus Roma Lazio Borsa
(Photo by TIZIANA FABI/AFP via Getty Images)

Scatta la rimonta della Juventus in Borsa dopo il ribasso della giornata di ieri, motivato dalla notizia della positività di Cristiano Ronaldo al Coronavirus. Il titolo stamattina tratta in rialzo del 4,34% recuperando le perdite della vigilia.

Il titolo – a metà mattinata – si posiziona a 0,7894 euro per azione, con capitalizzazione di mercato pari a 1,05 miliardi di euro. Il ribasso era stato registrato nella giornata di ieri, intorno alle 16.35, quando il titolo cedeva il 3,4%, per poi riprendersi parzialmente e chiudere a -2,22%, a 0,7566 euro per azione.

La tendenza ad una settimana della società operante nel settore del calcio professionistico è più fiacca rispetto all’andamento del FTSE Italia All-Share. Tale cedimento potrebbe innescare opportunità di vendita del titolo da parte del mercato.

Molto bene anche la Roma, che guadagna oltre il 17% con il titolo a 0,199 euro per azione: capitalizzazione di mercato pari a 119,49 milioni di euro. Giornata positiva anche per la Lazio, con il titolo a +8% a 1,1260 per azione e capitalizzazione di mercato a 76,54 milioni di euro.

La giornata positiva è riconducibile al via libera della Lega Serie A a proseguire le trattative – in esclusiva – con la cordata Cvc-Advent-Fsi per la cessione del 10% della media company che andrà a gestire i diritti televisivi e gli aspetti commerciali del massimo campionato italiano, un’operazione che andrebbe a garantire ai club molti soldi sin da subito.

1 COMMENTO

  1. Agnelli è il peggior dirigente della storia del calcio europeo. La Juventus è il secondo club sportivo più indebitato al mondo, è il primo per indebitamento in rapporto al fatturato; ha la percentuale di risorse bruciate negli ultimi 10 anni (oltre 1 miliardo di euro) più alta nel mondo; da 4 anni ha la media età dei suoi tesserati più alta nel mondo tra club calcistici della stessa fascia;ha compiuto una serie lunghissima di trasferimenti in entrata ed uscita e rinnovi di contratto senza alcuna logica sportiva e finanziaria spesso sempre con gli stessi 3,4 procuratori; ha l’esigenza di realizzare ogni anno plusvalenze più alta al mondo(perfino usando il settore giovanile con trasferimenti soprattutto dalla Svizzera) perchè i ricavi bassi non coprono i costi,ed anche per colpa della assurda quotazione in Borsa che mette in condizioni svantaggiose la Juventus rispetto tutti gli altri top club europei ,perchè i ricavi non coprono i costi ;ha, in generale, i ricavi più bassi del mondo i top club europei;ha i ricavi più bassi trai i top club europei da stadio (dato evidente fin dal 2008 e mai pubblicato,evidenziato e discusso); ha i ricavi più bassi tra i top club europei da diritti tv, sponsor e merchandising; oltre 1 miliardo di euro bruciato tra acquisti e rinnovi sbagliati e folli,scouting all’estero(soprattutto nei paesi pieni di talenti a relativo basso costo come l’America ,Francia,Belgio,paesi Balcani e Africa) inesistente da 20 anni senza tutelare il club contro la Figc dall’assurdo limite di tesseramento dei 2 EXTRACOMUNITARI resistente solo in Italia,la squadra più vecchia d’Europa ,soldi per gli acquisti spesi più del Bayern Monaco e Liverpool e lo stesso monte ingaggi del Bayern Monaco (o superiore al Liverpool per esempio)molto più forti e giovani. La Juventus è da anni la squadra tra le top in Europa nettamente con l’età media più alta con acquisti e rinnovi strapagati stagionati ben 367 milioni spesi per ben 14 giocatori over 27 anni tra il 2015 e il 2020 come nessuno in Europa(il Real e il Bayern 1 e 2) I regali milionari di Agnelli a Bayern Monaco e Paris St Germain fondamentali per la sua elezione all’Eca. I fallimenti devastanti della costruzione dell’Allianz Stadium e dell’operazione Ronaldo.Il nuovo Bernabeu del Real Madrid dal 2022 e quello del Barcellona dal 2025, permetteranno ai club spagnoli di incassare circa 300 milioni di euro annui ciascuno dallo stadio,la Juve ne incassa 65 senza considerare le differenze con i diritti tv sponsor e merchandising. Con quali finanze Agnelli prevede,dunque, di far concorrere internazionalmente la Juventus quando sostiene che l’obiettivo della Juve deve essere la Champions? Negli ultimi 8 anni Elkann/Agnelli hanno investito circa 1 miliardo di euro in giornali di carta, come nessuno in Europa, che non hanno prodotto 1 euro di utile a fronte dell’investimento, nello stadio, fondamentale per lo sviluppo della Juventus,di ZERO euro. Quegli oltre 70 milioni regalati a Preziosi…