Champions League diritti 2021 2024
(Photo by Miguel A. Lopes / POOL / AFP) (Photo by MIGUEL A. LOPES/POOL/AFP via Getty Images)

Champions League diritti 2021 2024 – La conferma di Sky e Mediaset o l’ingresso di nuovi attori sulla scena (Amazon e DAZN). Sono queste le due alternative per la Champions League in tv a partire dalla stagione 2021/22, dopo la notizia che le due piattaforme OTT sono pronte a fare concorrenza alle emittenti tradizionali.

Le offerte dovrebbero essere svelate oggi, ma è difficile che la cifra di 300 milioni versata per l’ultimo triennio possa essere confermata, soprattutto a causa delle incertezze legate all’emergenza Coronavirus. DAZN avrebbe presentato offerte per tutti i pacchetti in palio, e in corsa ci sarebbe Amazon.

L’Italia, ricorda la Gazzetta dello Sport, è l’ultimo Paese, fra i big europei che deve ancora assegnare i diritti. L’ apertura delle buste è prevista per questa mattina, ma i tempi per l’assegnazione non saranno immediati.

Champions League diritti 2021 2024 – L’assenza della Rai

Non solo i presenti. Nella giornata di ieri ha fatto rumore anche l’assenza della Rai. La scelta di Viale Mazzini di non presentare offerte è stata contestata duramente dai sindacati. «Se confermata, la notizia che la Rai non avrebbe presentato alcuna offerta per la Champions sarebbe gravissima», hanno scritto l’esecutivo dell’Usigrai e il CdR di Rai Sport in una nota.

Il bando per i diritti della UEFA Champions League è molto diversificato. C’è un pacchetto che riguarda 16 partite di martedì, stesso criterio per quello con 17 gare per il mercoledì. Poi la soluzione che prevede l’acquisto di tutte le partite. Con una eccezione: la finale, che resterà a aparte.