serie a cinque sostituzioni
(Photo by Catherine Ivill/Getty Images)

La Serie A conferma le cinque sostituzioni per la stagione 2020 2021. Lo ha annunciato il presidente della Figc Gabriele Gravina, ai margini dell’incontro a Palazzo Chigi con il numero uno della Fifa, Gianni Infantino, ed il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte.

“E’ arrivata la richiesta della Lega di A di applicare le cinque sostituzioni per la stagione 2020/21. Posso dire oggi che anche nel nostro campionato ci saranno le cinque sostituzioni da subito” ha detto il numero uno della Federcalcio. Gravina ha anche commentato l’unanimità con cui la Lega di A ha aperto alla media company per i diritti tv: “Un risultato e un segnale molto positivo per il mondo del calcio”.

Gravina ha parlato anche del protocollo e della richiesta fatta al Cts per ridurre il numero di tamponi, sottoponendo i giocatori ai test ogni otto giorni e non più ogni quattro: “Speriamo di poterci allineare alle regole in vigore nel resto d’Europa per non applicare sistemi troppo invasivi sui nostri atleti, che cominciano a essere preoccupati da questa situazione, visto che tutti questi test non fanno bene. Ne abbiamo parlato lungamente anche con il ministro Speranza. Giovedì è prevista una audizione del ministro Spadafora con il Cts per affrontare anche questo argomento”.

Sul tema delle cinque sostituzioni è intervenuto anche il presidente della Juventus, Andrea Agnelli: “Mi risulta che Germania e Francia abbiano già votato a favore delle cinque sostituzioni per la prossima stagione. Anche la Spagna credo stia andando in quella direzione. Penso che anche per il nostro la Lega abbia votato a favore dei cinque cambi, così come in Premier la maggioranza dei club ha votato a favore a mantenere il provvedimento inserito dopo il lockdown. Come Eca, vogliamo assicurarci di vederlo applicato anche a livello internazionale, in Champions League ed Europa League, in modo da avere regole di gioco coerenti e armonizzate”.