Chelsea sponsor di maglia
(Photo by Mike Hewitt/Getty Images)

Chelsea record spesa calciomercato Abramovich – Roman Abramovich è tornato. Il magnate russo, dopo un paio di anni in cui è rimasto un po’ ai margini del mercato, anche per il blocco agli acquisti imposto dalla Fifa nella scorsa estate, in questa sessione ha già speso 228 milioni di euro, record per una squadra inglese in una singola sessione di mercato. Una prova di forza di Abramovich che non sembra aver risentito della perdita di 2,4 miliardi causata dalla crisi per il Coronavirus e ha dato sfogo alle sue risorse nel periodo in cui gli altri top team europei si stanno muovendo con estrema cautela.

Un ulteriore aspetto che ha spinto ancor di più il miliardario russo ad investire parte del suo inestimabile patrimonio per rafforzare la rosa del suo amato Chelsea è che, a causa della pandemia, l’Uefa includerà il 2020 e il 2021 solo parzialmente nel computo del Fair Play Finanziario.

Nell’attuale finestra di trasferimenti sono arrivati alla corte di Frank Lampard: Havertz, Werner, Ziyech, Chilwell, Malang Sarr e Thiago Silva. Ultimo in ordine cronologico è il talentuoso tedesco proveniente dal Bayer Leverkusen, per il quale il numero uno dei Blues ha pagato 80 milioni di euro più bonus, che lo rendono l’acquisto più costoso nella storia del Chelsea.

Ziyech e Werner erano già stati ufficializzati prima della fine della stagione. L’esterno marocchino è stato prelevato dall’Ajax per 40 milioni di euro, mentre l’attaccante è arrivato dal Lipsia per 53 milioni. Per il terzino sinistro della nazionale inglese, Abramovich ha versato al Leicester 55 milioni. Infine i due difensori centrali sono arrivati a parametro zero. Il 21enne Sarr è rimasto in prestito al Nizza; il veterano brasiliano, protagonista della cavalcata europea del PSG in Champions, è stato scelto come guida del giovane gruppo a disposizione di Lampard, convinto anche dall’ingaggio da 10 milioni di euro a stagione e il bonus alla firma, del quale non è chiara l’entità.

Negli ultimi sei anni il Chelsea ha investito in neo-acquisti 981 milioni di euro, poco meno del Manchester City (983) e poco più del Manchester United (959), ma allo stesso tempo ha saputo piazzare alcuni dei suoi atleti più prestigiosi registrando plusvalenze invidiabili. Nello stesso lasso di tempo infatti il club inglese ha visto entrare nelle proprie casse 495 milioni di euro. Prima fra tutte la plusvalenza fatta registrare con la cessione di Hazard al Real Madrid, che, secondo quanto riporta il quotidiano belga La Dernière Heure, sarebbe stato pagato 160 milioni dai blancos.

Inoltre prima del cinque di ottobre, data di chiusura del mercato, la società di Abramovich potrebbe ottenere ulteriori ricavi dalle cessioni di altri giocatori considerati esuberi, come Emerson Palmieri, Drinkwater, Bakayoko e Barkley.