Zangrillo: «Berlusconi non è intubato, sono ottimista»

Silvio Berlusconi «non è intubato e respira da solo». Lo ha detto Alberto Zangrillo, medico curante dell’ex presidente del Consiglio, che attualmente si trova ricoverato all’ospedale San Raffaele di…

Silvio Berlusconi (Insidefoto)

Silvio Berlusconi «non è intubato e respira da solo». Lo ha detto Alberto Zangrillo, medico curante dell’ex presidente del Consiglio, che attualmente si trova ricoverato all’ospedale San Raffaele di Milano dopo essere stato trovato positivo al Covid-19 e aver accusato i primi sintomi della malattia.

«Allo stato attuale la situazione clinica», di Berlusconi «è tranquilla e confortante», ha spiegato Zangrillo, che ha precisato: «Ieri ho ritenuto di farge visita e ho rilevato un blando coinvolgimento polmonare per cui ho ritenuto opportuno un approfondimento diagnostico e le risultanze mi hanno indicato il ricovero ospedaliero necessario per il monitorare» Berlusconi che da «soggetto è divenuto paziente a rischio per età e per patologie pregresse a tutti note».

Il quadro clinico pregresso e l’età del paziente, ha spiegato il medico, «impongono assoluta cautela».

«L’umore» di Berlusconi, che a fine settembre compirà 84 anni «non è dei migliori», ha aggiunto Zangrillo, aggiungendo: «Il riposo assoluto è la terapia di cui Silvio Berlusconi più necessita, non è stato assolutamente facile convincerlo. Ho dovuto insistere, ma l’uomo è sempre pronto e intelligente e una volta informato della situazione ne ha convenuto ed è contento della decisione presa questa notte. E’ previsto qualche giorno di permanenza qua dentro».

[ARTICOLO IN AGGIORNAMENTO]