Brasile parità salariale nazionale maschile e femminile
Nazionale brasiliana femminile (Photo Frederic Chambert / Panoramic/Insidefoto ITALY ONLY)

Le giocatrici della nazionale di calcio del Brasile percepiranno lo stesso compenso economico dei loro colleghi maschi. Lo ha stabilito la Confederacao Brasileira de Futebol (Cbf), la Federcalcio brasiliana, che ha deciso cosi’ di eliminare le differenze di genere tra le due anime della “Selecao”.

Donne e uomini riceveranno la stessa paga diaria sia durante le fasi di preparazione sia per le partite e riceveranno inoltre premi dello stesso importo in caso di vittoria o di qualificazione a un torneo. Non è l’unica novità introdotta dalla Cbf in tema di parità di genere. Infatti per la prima volta due donne sono state nominate responsabili del settore femminile della federazione: si tratta dell’ex capitano della nazionale Aline Pellegrino e di Duda Luizelli.

Secondo quanto riportato dal quotidiano carioca A Folha de Sao Paulo, prima di questo provvedimento le calciatrici percepivano la metà del compenso degli uomini per una singola partita: mentre ai giocatori venivano dati circa 500 dollari, alle giocatrici 250.

Il presidente della Cbf, Rogerio Caboclo, ha comunicato che le atlete sono soggette a questo nuovo regime di pagamenti dallo scorso marzo. «Non c’è più differenza di genere, la Cbf tratta uomini e donne allo stesso modo», ha commentato poi Caboclo.

L’adeguamento degli stipendi a quelli dei colleghi uomini è una misura adottata già in passato da Norvegia, Austrialia e Nuova Zelanda. Invece, la squadra femminile degli Stati Uniti, campionesse del mondo in carica, lo scorso maggio si è vista respingere la richiesta di parità di retribuzione con la squadra maschile da un giudice federale , il quale ha respinto l’argomento delle denuncianti in merito alla discriminazione salariale.