Boban buonuscita Milan
(Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

La Gazzetta dello Sport ha intervistato Zvonimir Boban, ex Chief Football Officer del Milan, il quale è intervenuto sul tema Financial Fair Play e sugli ultimi avvenimenti che hanno coinvolto il presidente della Fifa, Gianni Infantino. «L’inchiesta su Infantino mi sconcerta. Gianni è una persona pulita. La Fifa deve essere fiera di avere un presidente così» ha detto il vicesegretario generale della FIFA per lo sviluppo del calcio e l’organizzazione delle competizioni.

Per quanto riguarda il Fair Play Finanziario, Boban è certo della sua bontà, ma anche del fatto che necessiti di aggiornamenti: “Il Financial Fair Play ha fatto tanto bene al calcio, ma bisogna riformularlo perché possa essere strumento per il controllo finanziario ma anche per i liberi investimenti di tutti quelli che vogliono competere e sognare grandi risultati. Adesso non è così. Ci sono diverse maniere di continuare con questa politica e rinnovare il controllo, il metodo più semplice è la garanzia bancaria per due anni, così non si rischia mai di avere un crollo del sistema”.

Sul suo prossimo ruolo resta invece vago: “Dopo tanti anni da manager mi sono preso un po’ di tempo per vivere un’ estate tranquilla nella mia Croazia. Poi vediamo che cosa farò e dove”.

Nel frattempo si gode il calcio giocato e il “suo” Milan: “Mi sono divertito tanto dopo la ripresa del calcio giocato, soprattutto per il Milan che è stato super. Una volta di più ci siamo resi conto di quanto il calcio ci definisce. Vivere senza pallone è come guidare sempre in seconda, vivere senza è come non avere il sale sul pomodoro estivo…”.