Newcastle cessione Arabia Saudita
(Photo by LAURENCE GRIFFITHS / POOL / AFP) / RESTRICTED TO EDITORIAL USE. No use with unauthorized audio, video, data, fixture lists, club/league logos or 'live' services. Online in-match use limited to 120 images. An additional 40 images may be used in extra time. No video emulation. Social media in-match use limited to 120 images. An additional 40 images may be used in extra time. No use in betting publications, games or single club/league/player publications. / (Photo by LAURENCE GRIFFITHS/POOL/AFP via Getty Images)

Il Fondo sovrano dell’Arabia Saudita (Public Investment Fund), PCP Capital Partners e Reuben Brothers hanno deciso di ritirarsi dalla trattativa per l’acquisto del Newcastle United, club che milita nella Premier League inglese.

La decisione è stata comunicata attraverso una nota: «Con profondo apprezzamento per la comunità del Newcastle e per il significato della sua squadra di calcio, siamo giunti alla decisione di ritirare il nostro interesse nell’acquisizione del Newcastle United Football Club».

«Lo facciamo con rammarico – prosegue la nota –, poiché eravamo entusiasti e totalmente impegnati a investire nella grande città di Newcastle e crediamo che avremmo potuto riportare il club nella posizione che la sua storia, la sua tradizione e i suoi fan meritano».

«Alla fine, durante il processo prolungatosi in maniera imprevedibile, l’accordo commerciale tra il Gruppo di investimento e i proprietari del club è sfumato e la nostra tesi di investimento non ha potuto essere sostenuta, in particolare senza chiarezza sulle circostanze in cui inizierà la prossima stagione e sulle nuove norme che regoleranno partite, allenamenti e altre attività».

La trattativa per il passaggio di proprietà del club da Mike Ashley al Fondo sovrano dell’Arabia Saudita è stata oggetto di dibattito negli ultimi mesi. Al centro della discussione, l’opposizione di Amnesty International all’operazione con particolare riferimento alle violazioni dei diritti umani nel Paese.