(Foto Giuseppe Celeste / Insidefoto)

Da quando, nel 1998, sono state legalizzate le scommesse anche in Italia, è cambiato completamente il mondo delle scommesse in generale e, in particolare, quello delle scommesse di calcio online. Ma procediamo con ordine e andiamo in questo articolo a descrivere l’attuale situazione delle scommesse calcistiche.

La storia delle scommesse sul calcio

Chi non è più giovanissimo ricorderà molto chiaramente che le scommesse sul calcio avevano un solo celeberrimo nome fino a poco più di venti anni fa: schedina. La schedina del fine settimana era considerata un must per tutti i tifosi o anche per i semplici appassionati. Una serie di tredici partite, una di seguito all’altra, tutte quelle del campionato di Serie A e alcune delle serie inferiori, per le quali indicare con un segno – 1, X o 2 – la propria preferenza per la vittoria della squadra di casa, per il pareggio o per la vittoria della squadra ospite. Poi, con la legalizzazione delle scommesse, il ventaglio di possibilità per gli scommettitori è diventato enormemente più ampio: oggi si può scegliere su quali e quanti match scommettere, e su quali elementi dell’incontro puntare il proprio denaro.

Le scommesse sul calcio

Scommettere sul calcio oggi apre una serie infinita di possibilità e di intrecci: innanzitutto possiamo decidere se scommettere su una singola partita o su più incontri, facendo salire il montepremi in palio ma abbassando, di conseguenza, le possibilità di vittoria. Poi, per ogni partita, dobbiamo decidere che tipo di scommessa piazzare. Innanzitutto possiamo, come avveniva in passato, scegliere se indicare la squadra vincente utilizzando i vecchi simboli 1, X e 2. È possibile anche, per la stessa partita, indicare due risultati possibili su tre, anche se ovviamente questo farà notevolmente abbassare l’eventuale quota vinta.

In alternativa, è possibile provare ad indovinare il risultato esatto del match: sicuramente si tratta di un pronostico più difficile ma che, come conseguenza, porta con sé delle quote più interessanti. Oltre a questi elementi, possiamo anche provare ad indovinare uno o più marcatori: più sarà statisticamente improbabile che quel giocatore vada a segno, più la quota sarà elevata.

Under, over e handicap

Altre opzioni di scommessa riguardano gli under e gli over: monitorando con attenzione l’andamento dei campionati e le caratteristiche delle singole squadre è infatti possibile cercare di prevedere quali match dovrebbero concludersi con nessuna marcatura o comunque con una basso numero di gol e quali, invece, sono destinati a concludersi con punteggi numericamente più consistenti. Ci sono poi le scommesse con handicap: si tratta di scommesse sugli incontri partendo dall’assegnazione di un ipotetico vantaggio per una delle due squadre. Se, ad esempio, crediamo che una squadra vincerà con diversi gol di scarto possiamo puntare sulla vittoria con un handicap di una o più marcature.

Le scommesse sulla stagione

Oltre alle singole giornate di campionato, è possibile effettuare pronostici anche sui risultati complessivi del torneo, indicando ad esempio la squadra vincitrice del campionato, i piazzamenti, le retrocessioni, oppure per altri tornei, come ad esempio la Champions League o l’Europa League, solo per indicare i più prestigiosi tornei del nostro continente, possiamo puntare sulla squadra vincitrice, oppure sulle finaliste o semifinaliste.