Stipendi allenatori Serie A 2019-2020
Antonio Conte (Photo by Laurence Griffiths/Getty Images)

La 56esima edizione del Report mensile del CIES Football Observatory analizza le caratteristiche degli allenatori a capo di 1.646 squadre provenienti da 110 leghe in 79 paesi in tutto il mondo. Lo studio copre tre aspetti: l’età, la durata della permanenza nel club in cui il tecnico si trova e l’origine. Il profilo tipico di un allenatore è un uomo di età inferiore ai 50 anni (48,8 di media) in carica per meno di un anno (301 giorni).

Complessivamente, il 28,3% degli allenatori, che ad oggi ha un incarico nelle squadre analizzate, è cresciuto in un altro club rispetto a quello che attualmente allenato. Questa percentuale è superiore a quella misurata tra i giocatori nelle stesse competizioni che è del 24,7%.

L’analisi mostra anche che quasi i due terzi degli allenatori sono ex giocatori professionisti: il 64,3%. L’analisi mostra come i difensori siano i calciatori più propensi a diventare poi allenatori, mentre gli ex portieri sono i meno rappresentati.

Il report mensile dell’osservatorio del CIES rivela che l’Argentina è la nazione più rappresentata tra gli allenatori espatriati. I 68 argentini presenti all’estero all’inizio del mese di giugno, allenano in 22 paesi diversi.

Molti di loro sono attivi in ​​altri paesi dell’America Latina. Come accade per i giocatori, la loro destinazione principale è il Cile (11 allenatori). Gli spagnoli sono anche ben rappresentati all’estero (41 allenatori in 21 paesi), così come i serbi (34 allenatori in un numero record di 24 paesi).