MADRID, SPAIN - MAY 24: A general view of the 8,000 capacity Alfredo di Stefano stadium at Real Madrid's Valdebebas Ciudad del Real Madrid training grounds on May 24, 2016 in Madrid, Spain. The facilities coverer approximately 1,067 hectares of land and is close to Madrid's Barajas Adolfo Suarez International airport. The facilities include over a dozen playing fields plus the Alfredi di Stefano stadium with a capacity for up to 8,000 spectators. The facilities also include a new basketball arena, restaurants and a residence for both the first team and youth foreign players and their families. (Photo by Denis Doyle/Getty Images)

Il presidente del Real Madrid, Florentino Pérez, ha inviato una lettera ai soci del club in cui ha annunciato che nei prossimi giorni verranno prese in considerazione le «diverse opzioni» per rimborsare gli abbonati per le partite che si disputeranno a porte chiuse in questa stagione.

Nella lettera – riportata da Marca –, il presidente del Real ufficializza che le rimanenti partite di questa stagione si giocheranno allo stadio Alfredo Di Stéfano a Valdebebas, che «consentirà l’avanzamento dei lavori allo stadio Santiago Bernabéu».

«Durante questo periodo abbiamo continuato a lavorare per minimizzare, per quanto possibile, i grandi danni economici derivati ​​dalle misure imposte per prevenire la diffusione della malattia. In questo processo, voglio evidenziare lo sforzo collettivo di giocatori, tecnici, dirigenti e impiegati del club che hanno rinunciato a una parte della loro retribuzione, al fine di ridurre la prevedibile perdita economica», spiega Perez.

«Allo stesso modo – prosegue –, voglio anche ringraziare la generosità dei soci che si sono avvicinati al club esprimendo la loro intenzione di rinunciare ai loro diritti derivanti ​​dall’interruzione delle competizioni. A questo proposito, nei prossimi giorni riceverete una comunicazione dal club con le diverse opzioni offerte agli abbonati per compensare l’importo delle partite della stagione 2019/20 che si terranno a porte chiuse».

Poi la spiegazione sullo stadio: «Le partite che resteranno da giocare si svolgeranno senza i nostri tifosi sugli spalti. Ecco perché abbiamo preso la decisione di giocare allo stadio Alfredo Di Stéfano, nella nostra Ciudad Real Madrid, in tutte le partite in casa».

«Questa decisione ci consentirà di avanzare nei lavori per lo stadio Santiago Bernabéu e ancora una volta desidero esprimere la mia profonda gratitudine per il vostro impegno e lealtà in questi tempi di enorme difficoltà», conclude il presidente del Real Madrid.