Andrea Bocelli (Foto Andrea Staccioli / Insidefoto)

Non una performance, ma una preghiera: Andrea Bocelli descrive così, su Il Giornale, la sua “toccata e fuga” di domenica prossima dal Duomo di Milano. Un segnale di vicinanza a un momento doloroso come quello del coronavirus. Nel giorno di Pasqua il tenore, da solo nella navata centrale con l’organista Emanuele Vianelli, canterà “pagine sacre che amo, come il ‘Panis angelicus’ di César Franck, l”Ave Maria’ di Charles Gounod, il ‘Sancta Maria’ di Mascagni, il ‘Domine Deus’ di Rossini e ‘Amazing grace’ che avrà un significato particolare, vista la situazione”.

“Ho accettato l’invito a Milano del sindaco Sala e della Curia – racconta Bocelli – perché la cattedrale è un emblema, un simbolo per tutti, anche per i non milanesi”. E afferma di essere “convinto che questa tragedia ci aiuterà a fare un ulteriore passo avanti collettivo nella civiltà e nei rapporti personali. E ci dovrebbe insegnare a fare meno tagli alla sanità pubblica. Magari – conclude – spendiamo meno in armamenti e di più per la salute di tutti”.

Concerto Bocelli Duomo Live streaming, ecco come vederlo

Il concerto sarà visibile mondovisione in diretta streaming sul canale YouTube del cantante italiano: clicca qui per seguire la diretta.