Milan Gazidis Coronavirus
Ivan Gazidis, amministratore delegato del Milan ((Photo by MARCO BERTORELLO / AFP - via Getty Images)

Dalla sua abitazione di Milano, il Chief Executive Officer del Milan Ivan Gazidis ha voluto inviare un personale messaggio a tutta la comunità rossonera ribadendo le priorità del Club in questa delicata fase. La più grande priorità del nostro Club è molto semplice: la salute e la sicurezza dei nostri giocatori, del personale, dei tifosi e della nostra comunità.

Il Milan sta unendo tutta la comunità rossonera, dalla società ai tifosi di tutto il mondo, con i giocatori, dirigenti, dipendenti e Milan Club in una raccolta fondi che ad oggi ha consentito di raccogliere oltre 600.000 euro per la lotta contro il Covid 19. La campagna è ancora attiva, è possibile scendere in campo a fianco di Fondazione Milan e donare qualunque cifra attraverso la piattaforma di fundraising, cliccando il seguente link:

.Un ulteriore contributo è giunto dalla “Gordon and Jenny Singer Foundation”, che ha versato 100mila dollari all’IRCCS Ospedale San Raffaele di Milano per l’acquisto di ventilatori polmonari.

Ma non è finita qui.

– COVID 19: IL MILAN A FIANCO DI GIOVANI E ANZIANI

Il Club avvierà nei prossimi giorni altri due progetti di solidarietà. Il primo sarà riservato ai circa 2000 abbonati rossoneri con più di 65 anni, appartenenti a una fascia demografica tra le più vulnerabili in questa emergenza. Grazie alla preziosa collaborazione di alcuni partner commerciali come Alps, Bioscalin, La Molisana, Peroni, Balocco e i Milan Club cinesi, verrà attivata una consegna a domicilio di generi di prima necessità e articoli sanitari. Il “care-pack” rossonero vuole essere un gesto concreto di vicinanza e solidarietà, due principi che sono alla base dei valori del Club.

La seconda iniziativa è per i più giovani: il Milan sarà uno dei partner del Comune di Milano in un progetto volto ad acquistare dei tablet per permettere, a quei giovani studenti delle scuole Milanesi che ne sono sprovvisti, l’accesso alla formazione online. L’emergenza Covid-19 e la conseguente chiusura delle scuole hanno imposto un ripensamento dell’attività didattica e della relazione educativa che accompagna il processo di apprendimento. Con la formazione a distanza i docenti stanno lavorando affinché le scuole restino “aperte” nonostante la chiusura fisica delle aule. Il Milan donerà 30 tablet al Comune di Milano che verranno distribuiti agli studenti di elementari e medie per partecipare dalle proprie case alle attività didattiche.

– AREA TECNICA, LE ATTIVITÀ

Il Club pone la salute dei suoi giocatori, tesserati, dipendenti, tifosi in cima alle priorità. Le sedi di allenamento resteranno pertanto chiuse a data da destinarsi, così come la sede amministrativa e commerciale, Casa Milan. Tutti e tesserati continueranno a seguire le direttive sanitarie, restando nelle proprie abitazioni, in contatto costante con gli staff tecnici e medici. Il Club adatterà le proprie operatività secondo le disposizioni delle autorità governative e sanitarie. Le attività nei centri sportivi di Milanello e al Vismara riprenderanno solo in una configurazione di assoluta sicurezza.

– ATTIVA LA PROCEDURA RICHIESTA RIMBORSO DI MILAN-GENOA

AC Milan offre inoltre la possibilità di ottenere il rimborso dei biglietti o della quota abbonamento per le partite casalinghe fin qui giocate a porte chiuse a causa dell’attuale emergenza sanitaria, un impegno importante verso i tifosi in un momento di grande difficoltà. Le richieste di rimborso per Milan-Genoa saranno raccolte entro e non oltre il 30 aprile 2020. Per tutte le info è possibile consultare la pagina: rimborsi.acmilan.com

Il club raccomanda inoltre tutti i tifosi di seguire con scrupolo le direttive delle autorità governative e sanitarie. L’unico modo per sconfiggere questo virus è fare squadra, rispettando tutti le regole.