Dove vedere Real Valladolid Barcellona in streaming
(Photo by Alex Caparros/Getty Images)

Il pacchetto di misure economiche a seguito dell’emergenza Coronavirus previsto dal Barcellona potrebbe presto “parlare” anche agli abbonati.

Lo riporta “La Vanguardia”, spiegando che il club catalano ritiene che sia necessario prevedere in tempo la possibilità che parte dei suoi soci, colpiti dalla difficile situazione economica che si andrà a creare, potrebbero non essere in grado di sostenere il costo della sottoscrizione, il cui pagamento avviene solitamente a luglio.

Non si parla della quota associativa, raccolta nel mese di gennaio (185 euro per gli adulti), ma si fa riferimento al pass stagionale che porta allo stadio circa 80.000 abbonati, corrispondenti a altrettanti posti la cui fascia di prezzo varia da 150 a 1.250 euro all’anno a seconda della posizione.

Il Barcellona prevede già – anche se poco pubblicizzati – alcuni tipi di esenzione o trattamento speciale in eventuali casi in cui, a causa di situazioni personali, l’abbonato non possa sostenere temporaneamente il pagamento dell’importo dell’abbonamento.

È probabile che l’emergenza Coronavirus moltiplichi esponenzialmente questo problema, motivo per cui l’area sociale del Barcellona si è messa al lavoro per trovare soluzioni. L’obiettivo del club è quello di non perdere soci, senza tagliare però ancora i prezzi. I soci – alla lunga – pagheranno, ma a seconda delle loro difficoltà (disoccupati o senza reddito a causa degli effetti economici della crisi), potranno posticipare i pagamenti o rateizzarli in modo da non rimanere senza il proprio posto allo stadio.

L’idea di partenza dunque c’è, anche se al momento bisogna capire come saranno distribuite le competizioni. Ad oggi nessuno sa quando e quante partite si giocheranno (se verranno giocate) in questa stagione e quante nella prossima. E, soprattutto, quanti di questi incontri inclusi nell’abbonamento verranno giocati a porte chiuse.

Il livello di incertezza a Barcellona, ​​come in tutti i club, raggiunge i massimi storici. La situazione è senza precedenti e tutte le soluzioni rispondono a scenari mai esplorati prima. Bisognerà quindi aspettare le prossime settimane per chiarire in che modo possono i soci del club potranno godere di eventuali benefici.