Manchester City multa UEFA
MADRID, SPAIN - FEBRUARY 26: Gabriel Jesus of Manchester City FC walks onto the pitch prior to the UEFA Champions League round of 16 first leg match between Real Madrid and Manchester City at Bernabeu on February 26, 2020 in Madrid, Spain. (Photo by David Ramos/Getty Images)

Il Manchester City ha ricevuto una multa di 3.000 euro da parte della UEFA. Questa volta nulla a che vedere con il Fair Play Finanziario, ma una sanzione per una violazione legata alla divisa pre-partita della squadra, relativa al successo sul Real Madrid nella gara di andata degli ottavi di finale di Champions League.

La multa ricevuta dal Manchester City fa riferimento alla felpa rosa fluo indossata durante l’inno della UEFA Champions League, che riportava un doppio logo Marathonbet, uno sulla parte frontale e uno sul retro. Secondo l’articolo 29.02 del regolamento UEFA sulle divise da gioco, sulle maglie pre-gara sono consentiti solamente loghi frontali che non superino i di 20 cm.

Inoltre, ci sarebbero dubbi anche sulla dimensione del logo “Marathonbet” – che non dovrebbe superare i 200 cm ² – presente sulla felpa da riscaldamento giallo fluo utilizzata sempre dal City prima dell’incontro.

I Citizens hanno a disposizione 90 giorni per pagare la multa, gli stessi ricevuti da Liverpool e Tottenham, anch’essi multati in relazione alle rispettive sfide di coppa. Gli Spurs sono stati puniti con una sanzione da 20 mila euro per aver ritardato l’ingresso in campo, mentre i Reds con 3.250 euro per esplosione di fuochi d’artificio da parte dei suoi tifosi.