Romelu Lukaku (Photo Andrea Staccioli / Insidefoto)
Romelu Lukaku (Photo Andrea Staccioli / Insidefoto)

L’Inter dovrebbe chiudere la stagione 2019-2020 con un costo della rosa (stipendi lordi + ammortamenti + costo dei calciatori in prestito) di 228,8 milioni di euro, in aumento di 33,7 milioni rispetto ai 195,06 alla stagione 2018-2019.

E’ quanto emerge dalle stime effettuate da Calcio e Finanza dopo la conclusione della sessione invernale del calciomercato 2019-2020.

Rispetto al costo della rosa prospettico calcolato a inizio stagione le operazioni in entrata e in uscita finalizzate a gennaio 2020 hanno contribuito ad incrementare il costo della rosa di 4,6 milioni.

Nota metodologica

Rispetto all’analisi pubblicata su www.calcioefinanza.it al termine del calciomercato estivo (Calciomercato Inter e impatto sul bilancio 2020), abbiamo aggiornato i seguenti dati:

  • Moltiplicatore tra stipendio netto e stipendio lordo, passato da 1,75 a 1,85 per tenere conto non solo dell’imposizione IRPEF ma anche delle addizionali regionali e comunali e degli oneri previdenziali.
  • Moltiplicatore tra stipendio netto e stipendio lordo dei calciatori che potranno beneficiare degli sgravi fiscali per i lavoratori impatriati previsti dal cosiddetto Decreto crescita, passato da 1,52 a 1,58, per i calciatori acquistati a titolo definitivo o temporaneo nell’estate del 2019, e pari a 1,31 per i calciatori acquistati a titolo definitivo o temporaneo a gennaio 2020.
  • La base utilizzata per il calcolo del moltiplicatore sono le tabelle di equivalenza netto/lordo pubblicate sul sito web dell’Associazione italiana calciatori(AIC).

I valori di bilancio dei calciatori al 30 giugno 2019, che nelle analisi pubblicate la scorsa estate erano stimati sulla base dei dati del 2018, sono stati verificati e nel caso adeguati sulla base di quanto riportato nel bilancio dell’Inter al 30 giugno 2019 approvato dall’assemblea dei soci lo scorso autunno.

I dati relativi agli stipendi netti dei calciatori non sono pubblici. Ci siamo pertanto basati sui dati pubblicati dalla Gazzetta dello Sport all’inizio della stagione 2019-2020, integrandoli, per quanto riguarda rinnovi e acquisti di gennaio 2020, con quanto riportato da fonti di stampa considerate comunemente attendibili.

Inter, costo della rosa e ricavi nella stagione 2018-2019

Prima di soffermarci sui costi della stagione in corso è utile ricostruire quelli del 2018-2019 grazie ai numeri ufficiali indicati nel bilancio dell’Inter al 30 giugno 2019.

Il costo della rosa dell’Inter nella stagione 2018-2019 è stato pari a 195 milioni di euro. Nel dettaglio, nel 2018-2019 il monte ingaggi lordo relativo ai 26 calciatori della rosa dell’Inter considerati nell’analisi si è attestato a quota 108,8 milioni, gli ammortamenti dei diritti pluriennali alle prestazioni dei calciatori hanno pesato per circa 67 milioni, mentre il costo dei calciatori arrivati in prestito (Keita Balde, Politano, Vrsaljko e Cedric) è stato di 19 milioni.

Nel periodo considerato l’Inter ha avuto ricavi complessivi per 417 milioni di euro. L’incidenza del costo della rosa sul totale dei ricavi nella stagione 2018-2019 è stato dunque del 47%.

Al netto dei proventi della gestione del parco calciatori (plusvalenze, ricavi da prestiti e altri) l’incidenza della rosa sui ricavi dell’Inter è stata del 52%.

Le plusvalenze realizzate nell’esercizio 2018-2019 si riferiscono principalmente alla cessione di Andrea Pinamonti al Genoa pari a 19 milioni di euro, Vanheusden allo Standard Liegi (9,5 milioni) e quella dalla cessione di Adorante al Parma (3,9 milioni).

Intter, il costo della rosa 2018-2019 calciatore per calciatore

Nella seguente tabella è esposto il costo a bilancio di ciascun calciatore della rosa dell’Inter 2018-2019, calcolato in base alle assunzioni riportate nelle note metodologiche.

Tra i costi figurano anche gli ammortamenti di quei calciatori che, pur non facendo parte della rosa del club in quanto in prestito ad altre società nel 2018-2019, erano comunque di proprietà dell’Inter.

Inter, il calciomercato estivo 2019-2020

Nella campagna trasferimenti estiva 2019-2020, l’Inter ha acquistato a titolo definitivo nove calciatori per un investimento complessivo di 178 milioni di euro, compreso il riscatto di Politano dal Sassuolo e alcuni giocatori poi successivamente ceduti in prestito.

Le cessioni a titolo definitivo sono state due, quella di Karamoh al Parma per 8 milioni di euro, che dovrebbe aver generato una plusvalenza di 4,7 milioni (il valore di carico di Karamoh nel bilancio dell’Inter al 30 giugno 2019 era di 3,7 milioni di euro) e di Puscas passato al Reading per 8 milioni con una plusvalenza di circa 7,8 milioni.

Contabilizzata invece nei conti chiusi al 30 giugno 2019 la svalutazione da 2,9 milioni legata alla rescissione del contratto del difensore Joao Miranda.

Gli acquisti a titolo temporaneo hanno visto l’arrivo da Sassuolo di Stefano Sensi, dalla Fiorentina di Cristiano Biraghi e dal Manchester United di Alexis Sanchez. Secondo le indiscrezioni, solo l’affare relativo a Sensi sarebbe in prestito oneroso, con 5 milioni pagati dall’Inter.

Le cessioni a titolo temporaneo hanno riguardato il passaggio di Nainggolan al Cagliari, di Perisic al Bayern Monaco (per 5 milioni), di Dalbert alla Fiorentina, di Joao Mario alla Lokomotiv Mosca e di Icardi al Paris Saint-Germain.

Inter, il costo della rosa 2019-2020 prospettico dopo il calciomercato estivo

Al termine della sessione estiva del calciomercato l’Inter aveva un costo della rosa prospettico per la stagione 2019-2020 di 224,2 milioni di euro, in aumento di 29,1 milioni rispetto al costo della rosa della stagione 2018-2019.

In particolare, il monte ingaggi lordo prospettico per il 2019-2020 era pari a 108,2 milioni, in flessione di circa 660mila euro rispetto a quello della stagione 2018-2019.

In crescita invece di 43,8 milioni gli ammortamenti, anche alla luce dei calciatori acquistati a titolo definitivo, passati da 67 milioni a 110,9 milioni, mentre in forte calo era il costo dei prestiti, scesi da 19 milioni a 5 milioni.

Inter, il costo della rosa 2019-2020 prospettico calciatore per calciatore

Nelle seguenti tabelle è riportato calciatore per calciatore quello che, in base alle simulazioni di Calcio e Finanza, sarebbe stato il costo della rosa dell’Inter se nella finestra di mercato di gennaio non fossero state effettuate operazioni in entrata e in uscita. In verde sono evidenziati i calciatori acquistati a titolo definitivo e a titolo temporaneo nel corso dell’estate.

Inter, il calciomercato invernale 2019-2020

Nella sessione invernale del calciomercato l’Inter ha ingaggiato due giocatori a titolo definitivo: Christian Eriksen dal Tottenham e Ashley Young dal Manchester United. È inoltre arrivato un altro calciatore a titolo temporaneo, l’esterno Victor Moses dal Chelsea.

Il mercato in uscita ha registrato invece due cessioni a titolo definitivo (considerando il prestito con obbligo di riscatto di Politano come affare già a titolo definitivo): quella di Gabriel Barbosa, detto Gabigol, al Flamengo e quella appunto di Matteo Politano al Napoli. Inoltre, sono stati ceduti in prestito Lazaro al Newcastle e Dimarco all’Hellas Verona.

Inter, il costo della rosa 2019-2020 calciatore per calciatore

Nelle seguenti tabelle è riportato calciatore per calciatore quello che, in base alle simulazioni di Calcio e Finanza, è il costo della rosa atteso dell’Inter per la stagione 2019-2020. Questa simulazione tiene conto delle operazioni in entrata e in uscita concluse nella sessione invernale del calciomercato.

Inter, il costo della rosa 2019-2020

Al termine del calciomercato di gennaio, considerate le operazioni in entrata e in uscita effettuate, il costo della rosa dell’Inter atteso per la stagione 2019-2020 è pari a 228,8 milioni di euro, in crescita di oltre 33 milioni rispetto a quello della stagione 2018-2019.

Rispetto al costo della rosa calcolato al termine della sessione estiva del calciomercato 2019-2020, con le operazioni effettuate a gennaio l’Inter ha visto aumentare i costi di circa 4,6 milioni di euro. 

Più nel dettaglio il monte ingaggi dovrebbe aumentare di circa 6 milioni, mentre gli ammortamenti dovrebbero diminuire di 1,4 milioni grazie alle cessioni a titolo definitivo di Gabigol e Politano.

1 COMMENTO