Manchester United indagine FA proteste
Giocatori del Manchester United in campo (Foto PHC/Insidefoto)

Nella gara di domenica tra Liverpool e Manchester United la formazione di Jurgen Klopp ha trionfato per 2-0, mettendo a segno l’ennesimo successo di questa stagione trionfale che li vede sempre più vicini a un titolo inseguito da tempo. La Federcalcio inglese (FA) ha perà deciso di aprire un’indagine nei confronti dei Red Devils a causa delle veementi proteste dei suoi giocatori contro l’arbitro durante la partita.

Il club è accusato di “non essere riuscito a garantire che i suoi giocatori si comportassero in modo corretto“, secondo quanto fa sapere la Football Association.

Oggetto di analisi è in modo particolare quanto avvenuto in un frangente ben preciso della gara. Il riferimento è alla fase in cui il direttore di gara ha deciso di non sanzionare subito un fallo sul portiere David De Gea commesso da parte del difensore del Liverpool Virgil van Dijk; la palla è poi finita a Firmino che ha segnato la rete del 2-0 per i padroni di casa.

Il portiere non ha esitato e si è precipitatodall’arbitro, Craig Pawson, sottolineando di essere stato spinto dal difensore del Liverpool nel corso dell’azione. Una protesta, avvenuta con il supporto dei compagni di squadra, avvenuta però in modo un po’ troppo vigoroso.

L’estremo difensore è stato ammonito, ma la Var ha rilevato il fallo da lui subito e questo ha portato all’annullamento della rete. Della questione si è parlato anche in conferenza stampa, ma il manager dello United, Ole Gunnar Solskjaer, ha preferito non commentare per evitare di alimentare ulteriori polemiche: “E’ meglio aspettare che venga presa una decisione – ha detto -. Il gol è stato annullato ma io non avevo visto la reazione dei mie giocatori perchè stavo a mia volta protestando. E’ colpa mia”. Il Manchester ha tempo fino a giovedì per presentare la sua difesa.