(Photo by Gonzalo Arroyo Moreno/Getty Images)

L’Atletico Madrid ha ufficializzato i conti relativi alla stagione 2018/2019. I Colchoneros hanno chiuso l’ultimo esercizio con ricavi ordinari per 357,65 milioni di euro (+22,4% rispetto al 2017/2018), un risultato che ha portato a un utile record (13,96 milioni) e che il club di Madrid prevede di migliorare anche per il 2019/2020 (364,51 milioni, +1,9%).

In totale – scrive “Palco 23” –, considerata la gestione dei calciatori (plusvalenze per oltre 94 milioni di euro), l’Atletico Madrid ha fatto registrare 483,1 milioni di euro di fatturato, mentre nel 2019/2020 prevede di superare il mezzo miliardo di euro: 515,59 milioni di euro di fatturato.

Sui risultati dell’ultimo esercizio pesano in particolare i ricavi dalle competizioni, passati dai 68,57 milioni del 2017/2018 ai 106,99 milioni del 2018/2019. Crescono, seppur con una percentuale minore, anche le voci di abbonati e soci, i ricavi dai diritti televisivi e i ricavi commerciali.

(Fonte: Palco 23)

La crescita dei ricavi ha portato automaticamente a un aumento delle spese, sebbene con minore intensità. I Colchoneros hanno visto crescere il costo del personale a un tasso piuttosto costante, fino a 311,6 milioni di euro nel 2018-2019, pari all’87% del fatturato (escluse le plusvalenze).

Infine, tra i dati interessanti che risultano dal bilancio del club – scrive sempre “Palco 23” – c’è quello relativo alla vendita dei terreni sui quali sorgeva il Vicente Calderon, casa dell’Atletico Madrid prima che i Colchoneros si spostassero al Wanda Metropolitano.

I conti dello scorso esercizio rivelano che l’operazione ha portato una plusvalenza di 3,91 milioni di euro. Gli acquirenti dei terreni hanno pagato una parte fissa pari a 165 milioni di euro, alla quale si dovrà aggiungere una seconda parte pari a 10 milioni di euro, a seconda del raggiungimento di determinati obiettivi che non sono stati però divulgati.

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO

1 COMMENTO