Mediapro Francia
Mediapro (Photo by Denis Doyle/Getty Images)

In attesa degli sviluppi in Italia per quanto riguarda la Serie A, Mediapro si prepara a sbarcare in Francia con il suo canale di lega. Oltralpe il gruppo cinese-spagnolo è infatti riuscito ad acquisire la maggior parte dei lotti a disposizione per i diritti Tv di Ligue 1 (8 partite su 10 a giornata) per il periodo 2020-2024. Un cambiamento importante per tutti gli appassionati francesi, che aveva permesso all’agenzia spagnola di spodestare Canal Plus con un investimento di ben 780 milioni di euro a stagione. E grazie ai contratti stipulati con Bein Sport e Free si era arrivati addirittura alla ragguardevole cifra di 1,153 milioni.

Lo sbarco di Mediapro in Francia si sta svolgendo con qualche intoppo tuttavia, come riportato dal Corriere dello Sport, che fa riferimento a un’indiscrezione de L’Equipe. E’ ancora infatti da nominare il direttore generale, incarico che avrebbe douto essere definito già un mese e mezzo fa. La scelta è ricaduta in agosto su Julian Bergeaud, ma il suo lavoro non è ancora effettivamente iniziato perché si attende la conclusione del preavviso, pari a 3 mesi, necessario per chiudere in maniera definitiva il suo rapporto con Discovery.

Inoltre Mediapro avrebbe dovuto entro la fine di settembre rendere noti i componenti del suo organigramma per la Francia, ma ancora nessuna comunicazione in merito è arrivata. Pochi aggiornamenti anche in merito all’andamento della realizzazione di un canale dedicato alla Ligue 1.

Tra le questioni ancora da chiarire ci sono quelle relative alla necessità di stringere un accordo con il Consiglio Superiore dell’Audiovisivo, la scelta di una sede e l’installazione di alcune infrastrutture tecniche, necessarie per la trasmissione del canale dedicato al massimo campionato francese.

Non manca chi sta iniziando a mettere in evidenza le sue perplessità. Tra questi c’è Jean-Michel Aulas, presidente del Lione, oltre ad alcuni dirigenti di altri club che inizierebbero a chiedersi quali siano state le garanzie presentate da Mediapro al momento dell’acquisizione.

Mediapro ha deciso però di prendere posizione attraverso una nota ufficiale in cui chiarisce di essere in regola con le tempistiche e che tutto procede come dovrebbe. “Non dobbiamo pagare nulla per i diritti televisivi della Ligue 1 fino all’estate 2020 e nessuno ha espresso preoccupazioni in Francia per questo tipo di situazioni – si legge -. Siamo ancora nei tempi, c’è quasi un anno per avviare il canale in Francia e nessuno ha espresso preoccupazioni. Sia livello economico che sui tempi tecnici Mediapro sta mantenendo e manterrà tutti gli impegni presi con la Lega francese”.

 

GUARDA LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO