Claudio Lotito
Claudio Lotito presidente della Lazio (Insidefoto)

«Adesso basta, da parte nostra ci sarà tolleranza zero. Siamo stanchi che la Lazio venga associata di continuo ad episodi di razzismo quando invece questo è stato sempre, sin dalla sua costituzione, un club che si è distinto per comportamenti altamente etici. E siamo stanchi che, per colpa di qualcuno, l’immagine della società venga infangata e che la stragrande maggioranza dei tifosi debbano pagare».

Così ha parlato Claudio Lotito, presidente della Lazio. Come spiega “La Gazzetta dello Sport”, l’imprenditore si è scagliato contro quei tifosi che a suo dire rovinano l’immagine del club: «Collaboreremo, lo stiamo già facendo, con le forze di polizia per individuare gli autori dei gesti (saluti fascisti, ndr) che hanno costretto l’Uefa ad aprire un procedimento nei nostri confronti dopo Lazio-Rennes».

Lotito spiega che «quando saranno individuati, li cacceremo dallo stadio in base al nostro codice etico. Non solo, ci costituiremo anche parte civile al processo che ne scaturirà». Nei giorni scorsi la società aveva già diramato un comunicato per dissociarsi e condannare quanto accaduto durante Lazio-Rennes (gli ispettori Uefa hanno individuato una trentina di tifosi che, in curva Nord, facevano il saluto romano).

Oggi Lotito è tornato sull’argomento usando toni più ancora duri: «Si tratta di uno sparuto gruppo di persone, ma non per questo il problema è meno grave. Anzi. Il gesto di questi pochi sconsiderati danneggia l’intera società e tutto il resto della tifoseria. Non è possibile che per il comportamento di queste persone, le altre non possano poi andare allo stadio. Tutto questo è assurdo e lo combatteremo fino in fondo, Dopo quindici anni sono stanco di dover avere ancora a che fare con queste situazioni».

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO ABBONAMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here