icardi via dall'inter per mobbing
Mauro Icardi (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

«Non c’è nessuna preclusione da parte di Icardi a trovare una soluzione condivisa che soddisfi le esigenze di entrambe le parti». Così ha parlato Giuseppe Di Carlo, legale dell’attaccante dell’Inter, intervenendo questa mattina a “Radio anch’io sport”.

Di Carlo – scrive l’ANSA – ha ricordato di aver promosso la domanda di arbitrato e la richiesta di risarcimento al club nerazzurro ritenendo che «il calciatore abbia il diritto a un trattamento di pari dignità con gli altri giocatori. Si tratta di tutelare un lavoratore e riaffermare con la parte datoriale il diritto al rispetto e alla pari dignità con gli altri professionisti».

Il legale in sostanza lamenta «l’esclusione» del suo assistito «dalla preparazione precampionato e dalle sedute tecnico-tattiche» del l’allenatore Antonio Conte. L’avvocato ha poi aggiunto che Icardi ha «un ottimo rapporto con i compagni di squadra e non ci sono situazioni che precludono la sua partecipazione. Lui ama i colori nerazzurri, ha sempre avuto rispetto per la maglia e per i tifosi. Vuole avere la possibilità di allenarsi alla pari degli altri. Vediamo se c’è la possibilità di trovare un accordo», ha poi concluso Di Carlo.

SEGUI LIVE 3 PARTITE DI SERIE A TIM A GIORNATA SU DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO MESE GRATIS

1 COMMENTO

  1. Ama talmente tanto incolori dell’Inter che l’anno scorso si è rifiutato di giocare nel momento più delicato della stagione.
    Il suo futuro nell’Inter l’ha affossato con le sue mani…
    Poteva far diventare “immortale” il suo nome come quello di Facchetti e Zanetti ma ha preferito, lui e chi lo gestisce” prendere un’altra strada

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here