(Photo credit should read MIGUEL MEDINA/AFP/Getty Images)

CdA in programma per Milan, che oggi in sede a Milano analizzerà l’andamento gestionale della prima parte del nuovo esercizio fiscale, prendendo atto dell’evoluzione dell’ultima stagione economica, chiusasi con una perdita tra gli 80 e i 90 milioni di euro.

Lo scrive “MF – Milano Finanza”, spiegando che l’approvazione definitiva è prevista per l’autunno. Per quanto riguarda i conti dei rossoneri, il rosso è in calo rispetto ai 126 milioni di euro dell’era Yonghong Li (2017/2018), ma superiore rispetto a quello del 2016/2017, pari a 73 milioni di euro.

Il CdA servirà in ogni caso anche per fare il punto della situazione per quanto riguarda la nuova stagione e sarà data una valutazione dell’attività dell’a.d. Ivan Gazidis. Presente anche Franck Tuil, senior portfoglio manager di Elliott e membro del CdA, segno dell’attenzione che il fondo d’investimento riserva allo sviluppo del club rossonero.

A proposito dei conti del Milan, questa settimana il presidente del club, Paolo Scaroni, si era espresso in questi termini: «Il Milan? Non vorrei sembrarvi venale ma è tutta questione di soldi. Perché il Milan non va bene? Lo spiego subito: il Milan fattura 200 milioni e il Real Madrid 700 milioni. Vuol dire che il Real Madrid può comprare migliori giocatori e pagarli di più».

«Ma come faccio ad andare a fatturare un miliardo? – aveva aggiunto Scaroni – Si ha davanti a sè due montagne da scalare contemporaneamente: una prima montagna che è quella dei risultati sportivi, se perdi tutte le partite non vai da nessuna parte; ed una seconda montagna dei risultati economici, devi avere un nuovo stadio, devi cercare dei nuovi sponsor, devi vendere i tuoi diritti televisivi il più che puoi, devi andare a prendere la tua fan base nel mondo e fare in modo che sia ricettiva dei tuoi prodotti per aumentare il tuo fatturato».

IL SORTEGGIO DEI GIRONI DI CHAMPIONS E’ SU EUROSPORT. SEGUILO ACCEDENDO A DAZN. ATTIVA SUBITO IL TUO MESE GRATIS

1 COMMENTO

  1. Quasi 300 milioni di perdite in 3 anni…..e a sentire certi fiancheggiatori/giornalisti sono il city e il psg quelli che non rispettano le regole.

Rispondi a Paolo Cancella risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here