Milan Gazidis fair play finanziario
Ivan Gazidis (Photo Marco Bertorello/AFP/Getty Images)

In occasione del raduno di oggi a Milanello non è mancato il CEO Ivan Gazidis, che ha voluto stare vicino alla squadra nella giornata che dà il via alla preparazione in vista della stagione 2019-2020, la prima in cui la squadra sarà guidata da Marco Giampaolo.

Prima della seduta di allenamento Zvonimir Boban, neo Chief Football Officer della società, ne ha approfittato per un incontro informale con i giornalisti presenti a cui hanno preso parte anche l’ex dirigente dell’Arsenal e il presidente Scaroni.

La chiacchierata nel centro sportivo ha permesso di per chiarire la posizione della società con l’UEFA a pochi giorni dalla rinuncia del club a prendere parte all’Europa League a cui si era qualificata sul campo. “La situazione è complicata. La prossima volta che la UEFA guarderà i risultati finanziari sarà quando il Milan tornerà, come speriamo, a qualificarsi per una competizione europea nel 2020-21. La cosa che si può presupporre è che, nella fase in cui la UEFA tornerà sulla nostra situazione, avvii un percorso verso il Settlement Agreement se riscontrerà delle anomalie e si presume che possa essere un percorso di quattro anni. Il nostro obiettivo è creare dei fondamentali dal punto di vista finanziario strutturati e virtuosi, in modo da dare un senso di fiducia alla UEFA. I nostri obiettivi sono sostanzialmente gli stessi che ha la UEFA. Settlement Agreement o Voluntary Agreement? Dipenderà da come la UEFA sarà posizionata nel momento in cui il Milan tornerà sotto la loro lente di ingrandimento”.

Non è mancato anche un piccolo bilancio sui suoi primi sei mesi in rossonero: “E’ un grande onore essere qui a Milanello e stare accanto a questo camino. E’ qualcosa di mitologico nel mondo del calcio. Abbiamo molto lavoro da fare, Zvone e Paolo lavorano 24 ore al giorno ogni giorno. Passo dopo passo abbiamo una visione chiara su dove vogliamo portare il club”. Ovviamente commetteremo degli errori sulla strada, ma conosciamo la direzione e sappiamo che ci arriveremo”.

 

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here