roma baldini ruolo società
James Pallotta, presidente della AS Roma, con Franco Baldini(Foto Insidefoto / Antonietta Baldassarre)

«Siamo concentrati sul mantenimento e l’incremento della competitività della squadra, nonostante una revisione dei costi». Così l’amministratore delegato della Roma, Guido Fienga, nel corso dell’assemblea degli azionisti svoltasi ieri a Trigoria.

«Sono stati fati degli errori e il costo generale, tra ingaggi e ammortamento cartellini, sono aumentati più di quanto sia aumentata la competitività della squadra – ha aggiunto l’ad giallorosso -. Cerchiamo di invertire il contributo dei due fattori, riportando il costo generale della squadra a un livello sostenibile dalla società e compatibile con le nostre ambizioni, che restano sempre molto alte».

 

Per portare avanti la politica di riduzione dei costi, ovviamente, la Roma attuerà alcune cessioni che «dovrebbero generare dei ricavi. Ci stiamo concentrando su questo e la logica è massimizzare il ritorno, non vorremmo altri tipi di condizionamento nelle scelte».

Fienga si è soffermato anche sul ruolo di Franco Baldini all’interno del club, spiegando che l’ex dg «è un consulente dell’azionista di maggioranza ed è pagato da AS Roma Spv Llc», ovvero dalla società con sede nel Delaware, azionista di maggioranza di Neep. «Non ha alcun ruolo nella governance della Roma. Il management della società è il soggetto collettivo che elabora strategie e ne determina l’esecuzione – ha quindi sottolineato -. Da quando ho assunto la carica di ad, dalla scelta di Ranieri in poi, nella scelta del nuovo direttore sportivo e del nuovo allenatore Fonseca, tutto ciò è avvenuto per un processo decisionale e finalizzato dal management di questa società».

«Una cosa posso assicurarla: non c’è organizzazione se non c’è disciplina e stiamo migliorando – ha concluso Fienga -. Dobbiamo migliorare e ce la mettiamo tutta. Non può più essere tollerato che la Roma sia una piattaforma usata da chiunque dentro e fuori Trigoria per poter fare quello si vuole. La Roma è un’aspirazione e una società seria».

 

1 COMMENTO

Rispondi a Flavio Cancella risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here