(Photo credit should read MIGUEL MEDINA/AFP/Getty Images)

Accordo Milan UEFA – Sembrerebbe avviarsi a una conclusione la partita tra Milan e UEFA per quanto riguarda le sanzioni da erogare a seguito del mancato rispetto delle norme sul Fair Play Finanziario. Secondo “Il Corriere della Sera” si andrebbe verso un compromesso che vedrebbe il Milan rinunciare all’Europa League, in cambio di più tempo per raggiungere il pareggio di bilancio, ad ora fissato per il 2021.

La Camera giudicante dell’Uefa ha deciso di sospendere il giudizio sul Milan per le violazioni delle norme del FPF nel triennio 2015-2018 per attendere la decisione del Tas sulle violazioni del triennio precedente. Il Tas però non ha in programma udienze sul caso Milan fino al 14 agosto.

Mancando un “settlement agreement”, il Milan continua a essere sotto osservazione triennio per triennio: quindi per il 2014/2017 si è rivolto al Tas dopo la condanna a 12 milioni di multa e all’esclusione dalle Coppe nel 2021 in caso di mancato pareggio di bilancio, per il 205/2018 è in attesa di giudizio, e si prevedono nuove sanzioni per il 2016/2019.

Dunque, ora il Milan si trova nella situazione di rischiare una somma di sanzioni. Ecco perché vorrebbe raggiungere un accordo con la UEFA che comprenda tutto. Un lavoro diplomatico è partito ed è ancora in corso, naturalmente dentro le regole consentite. E appunto sembra si arriverà al risultato in tempi brevissimi.

Stando sempre al “Corriere della Sera”, il compromesso non dispiacerebbe neanche ai vertici UEFA che hanno capito come il FPF rischi di tenere lontani gli investimenti e di cristallizzare i rapporti di forza in atto. Gli strumenti giuridici per un patteggiamento non mancano e l’accordo potrebbe essere rappresentato da un anno di esclusione dalle Coppe e più tempo per raggiungere il pareggio di bilancio. In questo caso, il Milan rinuncerebbe a giocare l’Europa League, ma potrebbe mettere fine alla spirale di sanzioni, stabilendo un percorso di rientro.

SEGUI LA COPA AMERICA 2019 SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

2 COMMENTI

  1. Questo “compromesso” rappresenterebbe una vergogna per il Milan e per i suoi tifosi e un’onta per l’intero calcio italiano. La cosa appare più triste perché i vertici della società la considererebbero una vittoria. È la storia in pratica dello Stato italiano: invece di rimboccarci le maniche per diminuire deficit e debito pubblico, facciamo risse con l’Europa per spendere sempre più.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here