stadio San Paolo Napoli Comune
Lo stadio San Paolo (foto Insidefoto.com)

Stadio San Paolo lavori – Proseguono i lavori per il rifacimento degli spalti dello stadio San Paolo di Napoli. Nella giornata di oggi, infatti, si è partiti dalla curva A per smantellare nel giro di qualche giorno i sediolini di tutto l’anello inferiore dello stadio (curve e distinti, visto che la tribuna centrale inferiore era già stata smantellata nelle scorse settimane).

Come spiega l’ANSA, una volta completate le due curve inferiori, per complessivi 9.000 posti a sedere, si procederà con i distinti inferiori. Non verrà interessato dai lavori, almeno fino all’ultima partita casalinga del Napoli del 19 maggio, l’anello superiore dello stadio.

Con i sediolini vengono smontati anche i relativi supporti. Sulla superficie sgombra si procede poi con l’impermeabilizzazione: operazione propedeutica al montaggio dei nuovi seggiolini forniti dalla “Mondo”. Già in occasione dell’ultima apparizione interna della stagione del Napoli, i tifosi partenopei dovrebbero poter vedere le prime chiazze di colore con i nuovi sediolini montati in almeno una delle due curve inferiori.

Qui i seggiolini saranno multicolor con chiazze di grigio, blu, bianco e giallo a movimentare l’azzurro predominante. L’eliminazione del Napoli dall’Europa League potrebbe tuttavia favorire una ulteriore accelerazione dei lavori. La scadenza ultima fissata per la consegna del nuovo stadio San Paolo con i 55 mila sediolini nuovi di zecca è il 29 giugno, in tempo per la cerimonia di apertura delle Universiadi in programma il 3 luglio. Ma in assenza di imprevisti potrebbe essere rispettata con qualche giorno di anticipo.

SEGUI LE PARTITE DEL NAPOLI SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here