Capienza Allianz Stadiium
Tribune dell'Allianz Stadium ( Foto Andrea Staccioli / Insidefoto)

Juventus plusvalenze mercato – La cessione di Sturaro al Genoa porta i ricavi da plusvalenze per la Juventus nell’esercizio 2018/19 a quota 50 milioni di euro. Cifra che potrà salire da qui a fine stagione grazie a diversi affari in prestito oneroso con obbligo di riscatto, che intanto hanno permesso di incassare poco meno di 30 milioni.

Le tre cessioni a titolo definitivo che hanno portato ricavi a livello di conto economico sono quelle di Mattia Caldara al Milan, Rolando Mandragora all’Udinese e Stefano Sturaro al Genoa: complessivamente, hanno permesso ai bianconeri di incassare 49,8 milioni di euro.

Calciatore Ruolo Ceduto a Valore di cessione Plusvalenza Ricavi da prestito
Mattia Caldara D Milan € 35.000.000 € 22.239.200 € 0
Rolando Mandragora C Udinese € 20.000.000 € 14.700.000 € 0
Stefano Sturaro C Genoa € 16.500.000 € 12.900.000 € 0
Gonzalo Higuain A Milan/Chelsea € 0 € 0 € 18.000.000
Marko Pjaca A Fiorentina € 0 € 0 € 2.000.000
Andrea Favilli A Genoa € 0 € 0 € 5.000.000
Emil Audero P Sampdoria € 0 € 0 € 1.000.000
Alberto Cerri A Cagliari € 0 € 0 € 1.000.000
TOTALE € 71.500.000 € 49.839.200 € 27.000.000


Cifre alle quali si aggiungono 27 milioni di ricavi dalle cessioni in prestito, in maggior parte riferibili all'affare che ha portato Higuain al Milan e poi al Chelsea.

Complessivamente, quindi, il player trading ha permesso ricavi per circa 76 milioni. Numeri che possono aumentare ulteriormente nei prossimi mesi, quando potrebbero scattare gli obblighi di riscatto legati alle cessioni di Audero alla Sampdoria (20 milioni) e Favilli al Genoa (7 milioni), così come il diritto di riscatto per Pjaca alla Fiorentina (20 milioni).

9 COMMENTI

  1. Avete dimenticato che Sturaro ha anche portato 1,5 milioni di presto alla Juventus. Poi ci sono anche Brignoli (1m) e Tello (3m). Però non so di quanto sia stata la plusvalenza per i due.

  2. Da juventino sono profondamente amareggiato. Si spendono follemente 90 milioni per il 28enne Higuain e in 5 anni non si spendono dei soldi per difensori forti e giovani,tutto senza alcuna logica.Il Barcellona ha 5 difensori Pique Lenglet Umtiti Murillo Vermaelen e compra il sesto per spiccioli, il 18enne Todibo che è uno dei migliori talenti al mondo nel ruolo.E Paratici rinnova il 31enne Khedira a 12 milioni per 3 anni,altra follia.

  3. Per quanto si è capito, i riscatti di Orsolini (14 milioni) , Favilli (7 milioni) e Audero (20 milioni) dovrebbero essere obbligatori, Audero e Orsolini nel 2019 e Favilli salvo nuovi accordi dovrebbe essere nel 2020 per 7 milioni di euro.

  4. Dipende dal cammino in champions della juventus. Se va avanti e incassa soldi, portera’ le plusvalenze al prossimo esercizio, se invece va fuori allora cerchera’ di metterle in questo esercizio per ridurre il deficit di bilancio.

  5. Ma credete siano quotazioni veritiere? Sono plusvalenze solo per il avere un bilancio decente. Una squadra quotata in borsa può permettersi tanto ?

  6. X mincuo. La juventus comunque vada non ha problemi di bilancio e neppure di fair play finanziario. Puo’ chiudere a meno 40 senza problemi poiche’ ci sono voci che non contano per il fair play fin. es. Spese per il calcio giovanile, ammortamento impianti ecc. E ci sono sempre i 15 milioni annui di deficit consentiti. Comunque vada non e’ previsto nessun ridimensionamento della juventus.

  7. Salve Mincuo,
    le scrivo qui sotto dopo che ho scritto in sotto un altro articolo. Il senso però è lo stesso.
    Lei ha scritto un articolo molto esaustivo previsionale sul prossimo Bilancio Juventus. Ora potendo contare su qualche dato in più (vedi plusvalenze/ricavi da mercato di Gennaio), maggiori ricavi da Adidas e un market pool migliore non si potrebbero aggiornare le sue stime?
    Per quanto riguarda lo scorporo d’azienda mi sembra una bella porcheria (cosa già fatta da altre squadre se non ricordo male) alla pari dell’ipervalutazione del marchio (cosa che altri hanno già fatto).
    Mi consenta però una battuta sul merchanding. Sono spesso a Milano per lavoro e in genre passo sempre da San Babila dallo J store (di fatto di fronte a quello dell’Inter). Lo scorso anno sotto Natale c’era casino ma una cosa normale. Quest’anno volevo comprare una maglietta di CR7 a mio figlio (sua richiesta di Dybala o Pogba se ne fregava) e le magliette erano terminate come i numeri da scrivere sulla maglietta. Il commesso mi dice guarda che arrivano alle 2,30 (erano le 10 di mattina) solo che devi arrivare entro le 18/1830 altrimenti rischi che siano finite di nuovo. Per cui si è vero che ieri era Dybala e oggi è CR7 ma ti posso assicurare che se ne vendono molte di più di CR7 che di Dybala.

Rispondi a Alexander Cancella risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here