Champions League
(Insidefoto.com)

“L’Uefa e il calcio in generale, al mio arrivo, avevano delle macchie. Noi abbiamo instaurato il limite ai mandati e un comitato di governance più solido, procedure di attribuzione trasparenti per tutte le finali”: è fiero del suo bilancio dopo due anni mezzo alla guida dell’Uefa Aleksander Ceferin, che parla con Le Monde alla vigilia del congresso di Roma, in cui si ripresenta candidato.

Ceferin ha preso il posto di Platini e vuole portare a termine alcuni “grandi progetti lanciati”: “non ho mai detto che sarei stato il presidente di una nuova Uefa – dice – sarebbe populista. Rispetto il passato dell’Uefa e di Michel, siamo amici. E’ stato un buon presidente, una superstar con il carisma. Io sono meno esposto, le persone mi conoscono di meno”.

“Quando sono stato eletto, l’Europa del calcio aveva piuttosto bisogno di un avvocato, tutto era un po’ in disordine e la percezione della gente era ‘sono tutti corrotti…’. L’Uefa è un’organizzazione pulita e più trasparente perché i tempi sono cambiati”.


Quanto ai progetti, Ceferin esclude "qualsiasi Lega chiusa" stile Superlega europea: "ucciderebbe il calcio - spiega - e sarebbe noioso vedere PSG-Juventus ogni settimana". Quanto al progetto del presidente Fifa, Gianni Infantino, di estendere a 48 squadre i mondiali 2022 in Qatar, il suo parere è negativo: "il Qatar non può organizzare da solo i mondiali a 48 squadre. E non ha buone relazioni politiche con i paesi vicini. Si può legalmente affiancargli un altro paese o bisogna lanciare un'altra gara di attribuzione? Visto che il mondiale si giocherà a dicembre, bisognerebbe togliere ancora più date ai campionati nazionali, soprattutto in Europa. Non penso che sia realizzabile".

Opposizione anche a una coppa del mondo per club: "È un progetto da 25 miliardi di dollari di cui non sappiamo nulla - dice Ceferin - finanziato da un fondo estero di cui ignoriamo l'identità. Rimaniamo contrari poiché vogliamo sapere chi c'è dietro. Il calcio non è in vendita"

2 COMMENTI

  1. che vuol dire vedere ogni settimana PSG-juve?
    ha le idee un pò confuse forse il tipo…

    allora in campionato è entusiasmante vedere ogni settimana Chievo-Juve forse

  2. Sono soprattutto l’Italia e la Francia che spingono per la Superlega.
    Non a caso due Campionati fallimentari, gestiti con una mentalità paramafiosa e una competenza inesistente.
    La Germania era neutra. Ha già però iniziato pragmaticamente a percorrere una strada e la Spagna l’ha iniziata prima ancora.
    Ma è l’Inghilterra che GIUSTAMENTE dal suo punto di vista proprio non ne vuol sapere.
    Le squadre da RETROCESSIONE in Inghilterra hanno bilanci pari o superiori al Napoli qui da noi.
    La Premier cresce continuamente. Loro hanno investito tanto (e bene) e la Premier continua a prendere spettatori (e sponsor) dall’estero compresa l’Italia.
    Di diminuire le entrate della Premier con la Super Lega, per darle ai “furbi” che non hanno investito niente e che non sono stati capaci di crearsi un Campionato decente, cioè un prodotto vendibile, non gli passa proprio per l’anticamera del cervello.
    L’hanno detto chiaro e tondo 100 VOLTE.
    Oggi loro hanno la Premier, che vale ben di più della Champions e poi hanno la Champions e la E.L.
    Gli va benone così.
    Loro (i Club) hanno dato anni fa il Calcio Inglese in mano a manager esterni che guardavano all’interesse generale, cioè alla crescita di TUTTO il prodotto, cioè il calcio Inglese.
    Qui in Italia ognuno si è tenuto i suoi piccoli privlegi e il suo orticello.
    Morale?
    Non sono riusciti nemmeno a trovare un accordo per eleggere IL LORO Presidente, sicché la Lega è stata COMMISSARIATA per un anno.
    Sono intenti SOLO a ritagliarsi una briciola in più della loro fetta di torta, a discapito di qualcun altro ovviamente, ma non a far crescere la torta intera.
    Che però non solo resta sempre quella, ma CALA.
    Ora vagheggiano Superleghe, cioè provano a fare i fr…i, col c…o degli altri, come diceva quello…
    Come sempre l’Italiano pensa che siano tutti fessi e lui sia l’unico furbo della copmpagnia…

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here