Stadio San Siro / Giuseppe Meazza (Foto Daniel Chesterton / PHCImages / Panoramic / Insidefoto)

Nuovo stadio Milan Inter –  L’idea, lanciata dal nuovo ad del Milan, Ivan Gazidis, di procedere alla costruzione di nuovo stadio condiviso assieme all’Inter, abbandonando di fatto il vecchio e glorioso San Siro, comincia a prendere forma.

Dopo l’apertura arrivata ieri dal sindaco di Milano, Giuseppe Sala, (QUI LE PAROLE DEL SINDACO) che non ha espresso contrarietà sull’ipotesi del nuovo stadio a patto che venga realizzato sempre in zona San Siro, oggi i quotidiani in edicola riportano indiscrezioni che lasciano intravedere l’esistenza di un progetto già in fase avanzata.

Nuovo stadio Milan Inter – Il nuovo impianto costruito sull’ex Trotto

Secondo quanto riferito, ad esempio, dall’edizione milanese del Corriere della Sera, il nuovo stadio potrebbe essere costruito sull’area dell’ex Trotto, adiacente allo stadio di San Siro, di proprietà della Snai e secondo gli operatori del settore, ci sarebbero trattative avanzate con «una multinazionale che ha realizzando progetti a Milano e sta terminando le proprie valutazioni».

In ambienti finanziari – scrive ancora il Corriere – si ipotizza che sarebbe Hines ad avere una opzione con scadenza a fine anno: eventualmente anche per sviluppare l’ operazione o solo come «ponte» per un futuro passaggio della proprietà dei terreni agli stessi club.

Eppure fonti vicine alla società smentiscono il coinvolgimento sull’area (e in effetti Hines, ad oggi, è concentrata su investimenti di altro tipo, in particolare palazzi del centro storico).



Quanto al progetto - costruire lo stadio dove oggi c' è l' ex Trotto o sull'area pubblica adesso occupata dai parcheggi - «sarebbe l'unico modo - dicono gli stessi operatori - per sbloccare lo sviluppo immobiliare di quell'enorme area che arriva fino all'ippodromo del galoppo, mantenendo peraltro a pieno regime la fermata della metropolitana realizzata da poco».

Uno stadio potrebbe essere conveniente soprattutto per il futuro proprietario dell'area , visto che la legge sugli stadi - in caso di realizzazione ex novo - consente una semplificazione del percorso burocratico anche per servizi e volumetrie intorno all'impianto.

Nuovo stadio Milan Inter - San Siro dovrà essere demolito

Anche per l' assessore all'Urbanistica Pierfrancesco Maran, il piano B sarebbe tutt'altro che disprezzabile. «La via maestra ci sembra sempre quella di ristrutturare San Siro, ma è comunque positivo che finalmente le due squadre ragionino di un progetto congiunto».

Su un punto il Comune non intende cedere: le casse pubbliche non devono rimetterci un euro; saranno quindi le due società, nel caso, a farsi carico del destino del vecchio Meazza, nell'eventualità di una demolizione come in quella di una riconversione a museo o spazio commerciale.

 

3 COMMENTI

  1. un’idea potrebbe anche essere quella di salvare almeno in parte lo storico stadio per trasformarlo in una sorta di museo/intrattenimento a cielo aperto…

  2. Ribadisco quanto commentato da me ieri su un articolo simile: è una follia continuare a sparare progetti a vanvera. Una soluzione realistica, non eccessivamente dispendiosa e alla portata è l’acquisto del diritto di superficie di 99 anni da parte delle due squadre e una seguente pesante ristrutturazione dello stadio. Successivamente le due squadre potranno guardarsi attorno valutando con estrema tranquillità la migliore soluzione. Impantanarsi in uno stadio costruito ex novo significa non risolvere la questione per i prossimi 30 anni.

  3. Fino ad adesso Comune, club e tutti spingevano per la soluzione più conservativa possibile, entrambe che rimangono a San Siro ristrutturandolo, ora di colpo bam tutto l’opposto, la soluzione più drastica in assoluto, tutte e 2 in nuovo Stadio abbandonando San Siro e addirittura demolendolo.
    Ma una via di mezzo mai?

    Ma poi siamo sicuri che sia una buona idea rinunciare a un impianto così prestigioso e “leggendario”? Va bene che Milan e Inter hanno bisogno di uno stadio al passo coi tempi, è una questione essenziale, ma anche la Storia ha la sua parte. Bernabeu e Camp nou sono stadi vecchi ma verranno ammodernati con progetti avveneristici, non ci pensano proprio a demolirli. Siamo proprio sicuri che non si possa fare la stessa cosa con San Siro?
    Poi se Milan o Inter vogliono andarsene e farsi un proprio nuovo stadio ben venga, ma fare tabula rasa di San Siro mi lascia molto perplesso.

Rispondi a Ivan Agosti Cancella risposta

Please enter your comment!
Please enter your name here