dove vedere Milan-Parma Tv streaming
Suso, attaccante del Milan (Foto Image Sport / Insidefoto)

Il lunch match della 14esima giornata di gioca a San Siro dove si sfidano Milan e Parma. I rossoneri tornano in campo a pochi giorni di distanza dalla sfida contro il Dudelange di giovedì sera (e Gattuso non ha dimenticato di sottolinearlo), mentre gli emiliani hanno finora avuto un rendimento al di sopra delle aspettative e puntano a stupire anche in questa occasione.

Dove vedere Milan-Parma Tv streaming – Come seguire la gara in Tv

L’appuntamento con Milan-Parma è finora fissato per oggi alle 12.30, prima volta in questa particolare fascia oraria per i rossoneri in questa stagione. La gara sarà visibile in esclusiva su DAZN con telecronaca di Massimo Callegari, affiancato da Francesco Guidolin.

Gli appassionati hanno la possibilità di seguire l’incontro sulla Tv in streaming in modo gratuito. E’ infatti possibile accedere al sito della piattaforma e registrare il proprio profilo. Questa operazione dà già di per sè diritto a un mese di visione gratuita, ideale quindi per vivere le emozioni di questa parte finale del girone di andata e non solo (sono infatti trasmessi anche, tra gli altri, la Ligue 1 francese, la Liga spagnola e la League Cup inglese).

 

Successivamente per chi vorrà mantenere attivo il servizio dovrà pagare 9,99 euro al mese, ma con la facoltà di recedere in ogni momento senza alcuna penale.



Dove vedere Milan-Parma Tv streaming - Gattuso teme le ripartenze

Rino Gattuso ha parlato alla vigilia della gara contro il Parma, impegno che lui teme in modo particolare non solo per l'avversario, ma anche per la necessità di tornare in campo a poco più di due giorni dalla sfida contro il Dudelange.

Rino Gattuso, allenatore del Milan (Foto Andrea Staccioli / Insidefoto)

Il tecnico rossonero ha sottolineato proprio questo aspetto in conferenza stampa: "Ducali micidiali nelle ripartenze - ha spiegato il tecnico rossonero - Dovremo stare molto attenti, non sarà facile. Non sobbiamo pensare alla stanchezza, ci sarà da battagliare e lo faremo da squadra. Del Parma mi preoccupa la tipologia di gioco, hanno grande fisicità e in campo aperto possono farti male".

Essere pienamente concentrati sarà però fondamentale per non andare incontro a brutte sorprese: "Se replichiamo la prestazione vista col Dudelange non si vince. Quando si cambia molto ci sta che arrivano prestazioni al di sotto delle aspettative ma in questo momento per dare minutaggio ai giocatori si fa anche questo, è un rischio calcolato -prosegue il mister rossonero-. Servirà una prestazione completamente diversa, se ci addormentiamo difficilmente arriveremo alla vittoria ma mi fa ben sperare la mentalità e l'umiltà mostrate giovedì sul 2-1 degli avversari. Dobbiamo continuare su questa strada".

Nell'incontro con i giornalisti il tecnico milanista ha conferma anche quanto detto dall'ex direttore sportivo Massimiliano Mirabelli, che ha rivelato come la società di via Aldo Rossi si fosse avvicinata a Cristiano Ronaldo, affare poi non andato in porto: " Se Mirabelli lo ha detto sicuramente lo sapevo anch'io, c'è stata la possibilità, è tutto vero. Ma dopo ci sono in mezzo tante cose, confermo tutto quello che ha detto".

Infine un benvenuto a Ivan Gazidis, diventato da oggi amministratore delegato del club: "Gazidis è un uomo di calcio, per tanti anni ha rappresentato l'Arsenal facendo buoni risultati sportivi ed economici. Quando parla affascina, lo ascolto volentieri. Ha esperienza e può essere un valore aggiunto per questa società" - ha concluso.

Dove vedere Milan-Parma Tv streaming - D'Aversa punta su umiltà e ambizione

Roberto D'aversa, allenatore del Parma (Foto: Daniele Buffa/Image Sport/Insidefoto)

In caso di vittoria il Parma supererebbe proprio i rossoneri e così Roberto D'Aversa, tecnico degli emiliani, prova a sognare: "Siamo consapevoli della nostra dimensione, senza ragionare su quello che abbiamo già fatto. Affrontiamo una grande squadra, conosciamo le difficoltà che troveremo. Dovremo giocare con la massima umiltà ma anche ambiziosi nel riuscire a mettere in difficoltà gli avversari e nel provare a far risultato in uno stadio importante con un pubblico numeroso contro una squadra forte. Non firmerei per un pari, perché se si parte con il pensiero di portare a casa un punto contro una squadra come il Milan difficilmente si porta a casa un risultato”.

La partita sarà certamente speciale per l'allenatore, che proprio nel Milan ha mosso i primi passi da calciatore: "Tornare a S. Siro è emozionante per me, quella è stata una seconda famiglia per me. Ho avuto l’onore e la fortuna di allenarmi con la prima squadra del Milan”.

D'Aversa sembra avere però le idee piuttosto chiare sullo schieramento che potrebbe essere scelto da Gattuso: "Mi aspetto il 3-4-3 con cui hanno giocato contro la Lazio, visti anche i tanti giocatori indisponibili. In Europa League tanti giocatori sono rimasti a riposo, credo che riproporranno il modulo visto con i biancocelesti. Il Milan ha calciatori di qualità. Cutrone è giovane ma da rispettare perché è un animale d’area di rigore. E poi ci sono Suso, Cahlanoglu, Kessie, Bakayoko. Hanno tanti modi per risolvere la partita. Servirà tanta attenzione” - ha concluso.

SEGUI LA SERIE A SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here