Che cosa deve fare Inter per qualificarsi agli ottavi di Champions
Mauro Icardi, capitano dell'Inter ( Foto Andrea Staccioli / Insidefoto)

Che cosa deve fare l’Inter per qualificarsi agli ottavi di Champions League? L’Inter si qualifica matematicamente agli ottavi di finale se dovesse vincere contro il Barcellona a San Siro e se la sfida tra Tottenham e PSV Eindhoven dovesse terminare in parità.

Come spiegato anche dalla stessa Uefa, se i risultati della quarta giornata del Gruppo B della Champions League fossero quelli indicati in precedenza, l’Inter affiancherebbe il Barcellona al primo posto nel girone con 9 punti.

In caso di eventuale pareggio nella sfida di Wembley, Tottenham e PSV salirebbero entrambi a 2 punti e con ancora due partite da disputare e dunque 6 punti in palio non avrebbero la possibilità di raggiungere Inter e Barcellona che sarebbero pertanto qualificate agli ottavi con due turni di anticipo.

Che cosa deve fare l’Inter per qualificarsi agli ottavi di Champions – Gli scenari avversi

Se il Barcellona dovesse superare i nerazzurri nella sfida di San Siro si qualificherebbe aritmeticamente come primo nel Gruppo B. I blaugrana salirebbero infatti a 12 punti e anche se dovessero perdere le due gare rimanenti e l’Inter dovesse vincere tutte e due le partite che gli rimangono sarebbe comunque prima in virtù delle due vittorie negli scontri diretti.

Per quanto riguarda il Tottenham l’unica speranza di restare in corsa per la qualificazione è di riuscire a vincere con il PSV sperando che l’Inter non vinca contro il Barcellona. Stesso discorso per il PSV. Gli olandesi non potranno arrivare tra le prime due del Gruppo B se non vincono contro il Tottenham e l’Inter dovesse vincere contro il Barcellona.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here