Juventus addio Marotta
Giuseppe Marotta (foto Daniele Buffa/Image Sport/Insidefoto)

In occasione dell’assemblea degli azionisti che si è tenuta nella giornata di oggi, la Juventus ha ufficializzato l’addio a Giuseppe Marotta, storico dirigente bianconero che ha avuto un ruolo importantissimo negli ultimi successi del club.

La società ha così voluto pubblicare una lettera indirizzata proprio all’ex dg per salutarlo e sottolineare l’ottimo lavoro fatto in questi anni.

“Era il 1 giugno 2010, quando Giuseppe Marotta veniva nominato Direttore Generale della Juventus: poche settimane dopo sarebbe entrato nel Cda della Juventus, e nominato amministratore delegato del Club – si legge sul sito -. Iniziava così un’ epoca indimenticabile, che ha visto la rosa bianconera arricchirsi, anno dopo anno, con alcuni fra i più grandi campioni del panorama mondiale”.

Non poteva mancare il ricordo dei numerosi successi ottenuti insieme: “Un viaggio durante il quale la Juventus non è solo tornata a vincere, sette Scudetti consecutivi, quattro Coppe Italia una dietro l’altra, tre Supercoppe Italiane, ma ha ritrovato una caratura internazionale, testimoniata dalle due Finali di Champions League raggiunte nel giro di tre anni. che la pone ormai ai vertici del calcio europeo. I successi sportivi sono solo l’aspetto più esaltante dell’evoluzione vissuta dalla società: l’inaugurazione dell’Allianz Stadium nel 2011, la nuova identità varato lo scorso anno, la nascita delle Juventus Women, anch’esse subito vincenti, dell’Under 23 sono solo alcuni dei passi compiuti per regalare al club una dimensione sempre più globale. E in ognuno di questi Marotta ha lasciato un’impronta indelebile. Così come indelebili saranno gli insegnamenti appresi da chiunque abbia lavorato al suo fianco”.

«Sono stati otto anni molto belli, coronati da successi e la Juventus rimarrà sempre nel mio cuore», aveva dichiarato proprio Marotta poche settimane fa.

Non poteva mancare un commento da parte di Fabio Paratici, da sempre abituato a lavorare praticamente in simbiosi con Marotta. Il dirigente ora assume il ruolo di responsabile dell’area sportiva del club bianconero: “Sono al nono anno alla Juventus – ha detto al termine dell’assemblea degli azionisti -. Adesso il mio incarico si è un po’ allargato, spero di svolgerlo nel migliore dei modi. E darò tutto me stesso per cercare di fare il meglio possibile”.

 

SEGUI LE PARTITE DELLA JUVE SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

1 COMMENTO

  1. LA JUVENTUS HA UN INDEBITAMENTO finanziario DI OLTRE 300 MILIONI di euro.. Mentre in Europa i top club si indebitano per costruire i loro stadi(ultimo esempio il barcellona e l’atletico madrid), la Juve ha questo debito perchè negli ultimi 5 anni ha sbagliato ad acquistare diversi giocatori grazie alla incompetenza di Marotta e Paratici.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here