SHARE
suning diritti tv serie a
Zhang Jindong (foto Insidefoto.com)

Cresce la fortuna di Zhang Jindong, patron di Suning e dell’Inter. Nell’annule classifica di Hurun Report, infatti, il 55enne imprenditore cinese ha visto crescere il suo patrimonio rispetto al 2017 del 2%, ragggiungendo quota 14 miliardi di dollari e piazzandosi al 13° posto (+2 posizioni rispetto al 2017).

Nella classifica, sono presenti anche la vicepresidente di Suning Bu Yang (al 163° posto con 2,9 miliardi di dollari di patrimonio), l’azionista di Suning Chen Jinfeng (1700° posto, 320 milioni di dollari di patrimonio) e il fratello di Zhang Jindong, Zhang Guiping (427° con 1,3 miliardi di patrimonio insieme al figlio Zhang Kangli).

In testa torna Jack Ma, il fondatore del gigante dell’e-commerce Alibaba, che il mese scorso ha annunciato il ritiro dagli affari. Il patrimonio stimato dal magazine che sigla la classifica annuale dei paperoni cinesi è di 39 miliardi di dollari (270 miliardi di yuan) in aumento del 35% nell’ultimo anno. Ma ha scalzato al vertice della classifica Xu Jiayin, il patron del colosso immobiliare di Guangzhou, Evergrande, che è tra i proprietari del più blasonato club di calcio cinese, il Guangzhou Evergrande, allenato da Fabio Cannavaro: Xu ha una fortuna stimata in 36 miliardi di dollari (250 miliardi di yuan) in calo del 14% rispetto allo scorso anno. Al terzo posto si classifica Pony Ma Huateng, al vertice del gruppo TenCent, che gestisce la piattaforma WeChat, a quota 35 miliardi di dollari, con una variazione del 4% in meno rispetto allo scorso anno.

Il numero di individui che hanno una fortuna stimata in almeno due miliardi in yuan (289 milioni di dollari) è però, in calo, per la prima volta dal 2012: rispetto allo scorso anno sono l’11% in meno (1893, contro i 2130 del 2017). Il rallentamento dell’economia, la disputa sui dazi con gli Stati Uniti e la volatilità sul mercato azionario, sono stati i fattori che hanno determinato il corposo ridimensionamento della lista secondo il presidente di Hurun Report, Rupert Hoogewerf. “La ricchezza in Cina sta diventando più concentrata – ha spiegato -. La ricchezza della Top 10, ad esempio, rappresenta il 10% della ricchezza totale nell’elenco e quella dei Top 200 rappresenta la metà della ricchezza totale nella classifica”.

SEGUI LE PARTITE DELL’INTER SU DAZN: CLICCA QUI PER ATTIVARE IL SERVIZIO GRATIS PER UN MESE

LASCIA UNA RISPOSTA: