SHARE
Il programma di Gravina per la Figc: fair play finanziario e rating
(foto Insidefoto.com)

Spese calciomercato estivo 2018 – Continuano a crescere le spese nel calciomercato per le maggiori leghe europee, e la Serie A guida l’aumento. Nel corso dell’estate 2018, secondo i dati riportati in un report della Fifa, i top 5 campionati d’Europa (Francia, Germania, Inghilterra, Italia e Spagna) hanno completato 1.629 trasferimenti in entrata, lo 0,6% in più rispetto all’estate dello scorso anno. Questo segna il sesto aumento consecutivo delle attività di trasferimento in entrata da parte del Big 5.

La spesa totale dei Big 5 è aumentata nuovamente da 3,95 miliardi di dollari nel 2017 a 4,21 miliardi di dollari nel 2018 (+ 6,6%). Di conseguenza, la commissione media per trasferimento (tra i trasferimenti in cui er prevista una commissione) è aumentata del 14,2%, e le società che hanno speso denaro hanno speso in media 24,9 milioni di dollari questa estate, il 9,8% in più rispetto a un anno fa.

Spese calciomercato estivo 2018

L’Inghilterra è stata l’associazione più attiva tra i Big 5, in quanto i club hanno completato 459 trasferimenti in entrata e 522 trasferimenti in uscita. Ancora una volta, i club inglesi hanno speso di più durante questo periodo, un totale complessivo di 1.440,1 milioni dollari (in leggero calo rispetto agli 1.465,7 milioni di dollari del 2017). Questo segna la quinta estate consecutiva in cui le loro spese sono state superiori a 1 miliardo di dollari, qualcosa che fino ad ora non si era verificato in nessun’altra associazione.

Alle spalle troviamo l’Italia, la seconda lega a superare la soglia di 1 miliardo di dollari speso in un’unica sessione di mercato. Secondo la Fifa, in Italia sono stati spesi 1.003,9 milioni di dollari, con una crescita del 74,7% rispetto al 2017: in crescita anche il numero di trasferimenti (+9,8%).

Spese calciomercato estivo 2018

Mercato da record anche in Spagna, che ha toccato un nuovo primato a quota 960,9 milioni di dollari, il 42,2% in più rispetto allo stesso periodo del 2017: Spagna e Italia sono stati gli unici a spendere di più nel confronto con la passata estate. In calo la Francia (418,8 milioni, -37,4% senza più l’effetto Neymar e Mbappè), chiude la graduatoria infine la Germania (391,3 milioni di dollari, il 31,1% in meno rispetto allo stesso periodo del 2017).

La cifra maggiore spesa da un campionato dietro alle Big 5 è quella dell’Arabia Saudita: i club sauditi hanno speso complessivamente 152,1 milioni di dollari quest’estate, un aumento del + 485,4% dal 2017. Seguono il Belgio (128,2 milioni di USD, + 54,0%), Portogallo (85,4 milioni di USD, -1,1%), Paesi Bassi (84,9 milioni di USD, + 11,6%) e Cina PR (81,8 milioni di USD, + 105,2%).

Spese calciomercato estivo 2018

Complessivamente, i trasferimenti realizzati dai 5 campionati top d’Europa rappresentano meno di un decimo di tutti i trasferimenti internazionali. Eppure, questi stessi trasferimenti rappresentano un impressionante 77,5% di tutte le spese globali, una tendenza che è andata aumentando nel corso degli anni. La spesa da parte dei Big 5 è passata dall’essere il 66,3% in più rispetto ai club di tutte le altre federazioni associate nell’estate del 2011, ad essere il 244,9% in più questa estate.

LASCIA UNA RISPOSTA: