River Plate (5-3-2) Armani; Montiel, Martínez Quarta, Maidana, Pinola, Casco; E. Palacios, Enzo Pérez, Ponzio; Gonzalo Martínez, Lucas Pratto Boca Juniors (4-3-3) Andrada; Buffarini, Izquierdoz, Magallán, Olaza; Barrios, Nández, Gago; Mauro Zarate, Benedetto, Abila
Un pallone da calcio in rete (Foto: Insidefoto.com)

Algoritmi nel calcio – L’applicazione della tecnologia in campo calcistico raggiunge ogni giorno nuove frontiere. Proprio in questa direzione vanno due algoritmi studiati di recente, che saranno in grado di dare una mano alle società nelle loro attività sportive ed economiche: il primo consiglia allenamenti adeguati a scongiurare gli infortuni, mentre il secondo misura le performance dei giocatori, suggerendo acquisti e cessioni.

Algoritmi nel calcio, ora è possibile predire gli infortuni con accuratezza del 50%

Come riporta l’ANSA, questi particolari studi – il primo pubblicato sulla rivista online PLoS One, il secondo in via di pubblicazione su Acm Tkdd – sono stati realizzati dall’Istituto di scienza e tecnologie dell’informazione del Consiglio nazionale delle ricerche (Isti-Cnr) in collaborazione con l’Università di Pisa. Per il primo algoritmo, chiamato “Injury Forecaster” e realizzato insieme al Barcellona Football Club, gli allenamenti della squadra sono stati monitorati per una stagione attraverso dispositivi Gps installati sulle pettorine dei calciatori, fornendo informazioni che lo stesso algoritmo ha imparato ad associare al rischio di infortunio. In questo modo l’Injury Forecaster è diventato in grado di predire un infortunio imminente in un allenamento con una precisione superiore al 50%, quando le tecniche esistenti raggiungono appena il 5%: seguendo i suggerimenti la società sportiva può quindi dimezzare gli infortuni, con un relativo risparmio di costi.

Il Milan sperimenta la Theal Therapy: recupero infortuni a tempo record

Algoritmi nel calcio, PlayeRank permetterà di definire parametri di acquisto e di vendita

Il secondo algoritmo, “PlayeRank”, è stato invece sviluppato insieme all’azienda italiana Wyscout ed è in grado di valutare le performance dei calciatori, grazie a un database composto da milioni di eventi riguardanti quasi tutte le competizioni del globo, di cui viene registrata ogni interazione tra giocatori e palla: in questo modo PlayeRank crea una classifica e osserva come varia la prestazione di un calciatore nel tempo, permettendo anche di definire i parametri di “acquisto” o “vendita” da parte delle società calcistiche.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here