Fondazione Milan Scaroni presidente
Paolo Scaroni (Insidefoto.com)

Paolo Scaroni, neo presidente del Milan, ha fatto la sua prima apparizione ufficiale nella conferenza di presentazione di Leonardo, diventato nuovo direttore generale dell’area tecnico-sportiva. Tra i temi di cui ha parlato il dirigente ci sono le nuove sanzioni che potrebbero arrivare dall’Uefa, a una settimana di distanza dalla sentenza che ha riammesso il club in Europa.

Scaroni non nasconde come la situazione sia tutta in divenire proprio perché non ci sono precedenti simili a quello della società di via Aldo Rossi: “Mi aspetto una soluzione con l’Uefa sul financial fair play entro agosto. È un terreno nuovo per tutti, ma comunque vada il Milan sarà osservato speciale – ha sottolineato in conferenza -. Abbiamo scritto una lettera all’Uefa per un incontro, credo avverrà in 15/20 giorni. La nuova proprietà ha dato una sicurezza diversa. Ci attendiamo un processo che potrebbe portare ad un voluntary agreement, ma è molto difficile. Comunque sia, saremo sotto i riflettori, non abbiamo voglia di trovarci in un nuovo problema come quello che abbiamo già vissuto”, ha concluso Scaroni.

Il presidente del Milan si è anche soffermato sulla decisione del fondo Elliott di puntare su Leonardo come responsabile dell’area sportiva del club.

«Leonardo si è unito al Milan come ulteriore prova dello sforzo che la nuova proprietà ha messo in piedi per riportare il Milan ai fasti del passato», ha affermato l’ex amministratore delegato di Eni ed Enel.

«L’ho visto stamattina, conosce e abbraccia tutti, significa che è veramente di casa – ha spiegato -. Le sue idee e suoi progetti sono coerenti con la strategia di Elliott sul Milan, perché vuole riportare la società nella posizione che le spetta, compatibilmente con i vincoli che ci pongono, in particolare con financial fair play».

Un’idea chiara, quella del fondo statunitense, ha spiegato Scaroni: «Elliott cerca sempre professionisti seri, con provata esperienza, per portare avanti il proprio investimento. E lo ha fatto anche nel mondo del calcio», ha concluso il presidente rossonero.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here