Il logo del Psg al Parco dei Principi (Foto Gwendoline Le Goff / Insidefoto)

Il Paris Saint-Germain risponde all’Uefa. La federcalcio continentale ieri ha dichiarato di aver riaperto il caso del club francese per quanto riguarda il FPF, e la risposta della società parigina non si è fatta attendere.

«Il Club è stato informato della scelta della CFCB di riesaminare la decisione di chiusura dell’indagine. Il Club dichiara di aver effettuato un numero significativo di trasferimenti negli ultimi giorni per conformarsi alla decisione del CFBC e che continuerà, come fatto dall’1 settembre 2017, a fornire tutte le informazioni richieste da CFCB e UEFA».

Fair Play Finanziario, la UEFA riesaminerà il caso del Paris Saint-Germain

«Siamo un po’ sorpresi – il commento di una fonte del club riportato da l’Equipe -, la situazione è singolare: dopo una prima decisione sono di nuovo cambiate le cose. Ma saremo cooperativi e trasparenti nei confronti della nuova indagine dell’Uefa».

Lo scorso 13 giugno l’Uefa aveva confermato per il PSG il rispetto dei paletti del FPF per il triennio 2015-2017, mentre per quello riguardante gli anni 2016-2018 sarebbero serviti circa 60 milioni di euro ulteriori in cessioni entro il 30 giugno. Cifra che il PSG ha incassato, ma per l’Uefa non è detto basti.

Anche perché l’Uefa ha svalutato tutti i contratti del PSG con enti del Qatar. Nel dettaglio, il contratto firmato con QTA porterebbe nelle casse del Psg 145 milioni di euro a stagione. Un accordo che il club stesso valuta solo 100 milioni di euro, stando alle cifre presentate alla UEFA dal 2014. Dopo la recente analisi sui conti del Psg, questo contratto sarebbe stato valutato addirittura 58 milioni di euro l’anno, un divario vertiginoso di ben 42 milioni di euro. Anche gli accordi con le altre 4 società sono stati ridimensionati, da 38 a 29 milioni di euro. Il totale della svalutazione per quanto riguarda i contratti “Made in Qatar” ammonta così a 51 milioni di euro.

 

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here