Serie A, ecco come può cambiare la ripartizione dei diritti tv con il nuovo contratto

Sorridono soprattutto le medie-piccole, grazie ai nuovi criteri della legge Melandri