partnership Juventus Costa Crociere
Esultanza dei giocatori della Juventus all'Allianz Stadium (Foto: Insidefoto)

A pochi mesi dalla stipula della partnership regionale in Asia con Costa Crociere, la Juventus ha annunciato di avere avviato un nuovo importante progetto con l’azienda che consente a milioni di persone di vivere vacanze all’insegna del relax.

Si tratta di “Italy at Sea”, esperienza che permetterà ai passeggeri a bordo delle navi Costa di vivere un viaggio a forti tinte bianconere.

Il club pluricampione d’Italia sarà  infatti presente su 4 navi che dalla Cina faranno rotta verso il Giappone. Questo consentirà ai  viaggiatori di immergersi nel mondo bianconero attraverso la personalizzazione di alcune aree come:

  • Juventus Museum, per scoprire  120 anni di storia leggendaria;
  • Kids Club, un luogo dove i più piccoli potranno divertirsi con Jay;
  • Juventus Academy, un programma di allenamenti e partite studiato insieme ai tecnici della Juventus Academy.

La partnership si inserisce nella strategia di sviluppo del Club in Asia. Si tratta di una zona che il club ritiene strategico: qui sono infatti presenti milioni di tifosi, oltre a numerosi i partner sia regionali che globali.

«Questo accordo – sottolinea Giorgio Ricci Co-Chief Revenue Officer di Juventus – dimostra l’interesse del Club verso il mercato asiatico. Lo spirito e i valori che accomunano Costa e Juventus rafforzano la volontà di confermare l’eccellenza italiana nel mondo».

«La partnership con Juventus testimonia la vicinanza di due icone italiane, che con questa iniziativa vogliono regalare un’autentica esperienza italiana ai passeggeri di Costa. Si tratta solo dell’inizio: vogliamo lavorare ancora molto insieme nel futuro», conferma Mario Zanetti, Presidente di Costa Group Asia.

«La nostra fanbase in Cina continua a crescere – nota David Trezeguet – E questa partnership crea una piattaforma davvero innovativa, che permette una bella interazione con i tifosi e può essere apprezzata da persone di ogni età».

PrecedenteAddio ombrelline in Formula 1: “Non sono più in linea con i nostri valori”
SuccessivoIl Bitcoin sbarca nel calcio: in Turchia il primo giocatore acquistato con la criptovaluta