«In una fase come questa in cui si stanno ricostituendo gli organi della Lega di A e della Lega di B, che sono componenti fondamentali del calcio italiano, appare non opportuno, nè utile affrontare temi che attengano alle riforme che riguardano anche le componenti fondamentali del calcio».

Così il commissario della Lega di B, Mauro Balata, in una dichiarazione rilasciata all’agenzia ANSA, in vista del Consiglio Federale della Figc di domani, conseguente alla mancata qualificazione degli azzurri al Mondiale.

«Occorre prima che si ricompongano gli organi, dopo di che si affronterà tutto il maniera compiuta», aggiunge Balata, «Non è che si può discutere di questioni di riforma che coinvolgono le due maggiori Leghe, senza che esse siano rappresentate. Insomma, senza punti di riferimento, è prematuro aprire una crisi: sarebbe come farlo al buio».

In linea con il commissario della Lega di Serie B anche il presidente dell’Entella, Antonio Gozzi.

«Non si può affrontare la discussione su un programma di rilancio del calcio italiano senza la partecipazione della Lega di Serie A e di Serie B che di questa riforma dovranno essere protagoniste con le altre Leghe», ha affermato Gozzi.

«Come Lega di B», ha aggiunto Gozzi, «tenuto conto che giovedì prossimo eleggeremo il nuovo presidente che siederà in Consiglio Federale, chiediamo di posporre la discussione di una settimana in modo da consentire la nostra partecipazione».

1 COMMENTO

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here