Vincenzo Montella
Vincenzo Montella

Dopo la sofferta vittoria del Milan per 3-2 in Europa League contro il Rijeka e le voci su un possibile arrivo sulla panchina rossonera di Carlo Ancelotti, che oggi ha formalizzato il suo addio al Bayern Monaco, Vincenzo Montella la mette sul ridere.

«Ancelotti è una persone che stimo tantissimo, in maniera smisurata: è il primo allenatore che sono andato a vedere quando ho iniziato a fare questo mestiere», afferma Montella nella conferenza stampa del dopo partita, «Sono andato al Chelsea e mi ha trattato come un fratello. Mi chiese anche se volevo fare il suo secondo in qualche squadra, quindi se vorrà può venire qui a fare il mio secondo tranquillamente».

L’attuale allenatore del Milan, nonostante le critiche seguite alla sconfitta di domenica con la Sampdoria e alla prestazione non esaltante dei rossoneri contro il Rijeka, ribadisce di essere sereno e di sentire il supporto da parte della società.

«Io alleno una squadra gloriosa, il sogno della mia vita, sono estramente felice di essere qui e metterò ogni energia per fare il mio lavoro al meglio. Credo di essere in grado di poter allenare il Milan e di poter ottenere gli obiettivi che ci siamo prefissati con la società. Mi sento sereno, mi sento una società che mi sostiene, che mi valuta, ed è giusto che sia così».

Prima della partita di Europa League, nei confronti di Montella aveva espresso parole di apprezzamento verso Montella, smentendo un possibile cambio con Ancelotti, il direttore sportivo del Milan, Massimiliano Mirabelli.«Carlo Ancelotti ha dimostrato di essere uno dei migliori allenatori al mondo. Il suo esonero dal Bayern Monaco è un dispiacere ma non sappiamo perché sia stata presa questa decisione. Noi abbiamo un allenatore più giovane di Ancelotti ma bravissimo come Ancelotti. Crediamo in questo progetto con Montella e vogliamo arrivare fino alla fine del percorso con lui: ci teniamo ben stretti Montella e lo sosteniamo in tutte le sue scelte».