dove vedere Juventus-Barcellona Tv streaming
Paulo Dybala e Douglas Costa (Insidefoto.com)

Il Real Madrid detentore del titolo, reduce da due coppe consecutive è stato inserito nel girone complessivamente di maggior valore.

Pesa, naturalmente, il suo ottimo ranking, ma anche il fatto che le merengues se la vedranno con gli avversari capaci di relegarli al secondo posto lo scorso anno, il Borussia Dortmund, oltre che al Tottenham

Il Girone H, come si vede nello specchietto qui sotto è quello in cui il ranking delle quattro squadre coinvolte dà il totale maggiore tra gli 8 di Champions. L’Apoel parte come vittima sacrificale.

H  Ranking  Avversarie  Prime 3
Real Madrid 176,999 228,301
Borussia D. 124,899 280,401
Tottenham 77,192 328,108 379,09
APOEL 26,21 379,09
Totale 405,3

Veniamo invece alle italiane.

Anche se è opinione comune che la Roma abbia trovato le avversarie più difficili, in termini di composizione del girone e di ranking relativi è la Juventus ad avere avuto gli abbinamenti peggiori nel gruppo D.

Spicca in particolare il dato sulla Juventus: le sue avversarie hanno un ranking totale superiore ai 250 punti. Si tratta del più alto tra quelli sommati dalle teste di serie.

D  Ranking  Avversarie  Prime 3
Juventus 140,666 253,445
Barcellona 151,999 242,112
Olimpiakos 64,58 329,531 357,245
Sporting L. 36,866 357,245
 Totale 394,111

La Roma, a differenza della Juve, anche considerando che era inserita nella terza fascia, avrà due compiti proibitivi nel dover superare Chelsea e Atletico Madrid.

Complessivamente le due dirette contendenti hanno un valore molto alto, ma lo si poteva preventivare essendo i giallorossi inseriti in fascia 3.

C  Ranking  Avversarie  Prime 3
Chelsea 106,192 214,715
Atletico Madrid 142,999 177,908
Roma 53,666 267,241 302,857
Qarabag 18,05 302,857
Totale 320,907

Per il Napoli, invece, un girone tutto sommato abbordabile. Se si guarda al dato totale dei punti ranking delle squadre che lo compongono si tratta infatti del sesto per valore complessivo.

Al Napoli stavolta è andata decisamente bene. Lo Shaktar era una delle due teste di serie da augurarsi, insieme allo Spartak Mosca. Il Manchester City è avversaria di valore, ma abbordabile.

F Ranking Avversarie Prime 3
Shaktar 87,526 212,07
Manchester City 100,192 199,404
Napoli 88,666 210,93 276,384
Feyenoord 23,212 276,384
Totale 299,596

Venendo infine agli altri gironi.

Il più facile in assoluto appare il gruppo E, dove può sorridere Jurgen Klopp con il suo Liverpool.

E  Ranking  Avversarie Prime 3
Spartak 18,06 190,316
Sevilla 112,999 95,377
Liverpool 56,192 152,184 187,251
Maribor 21,125 187,251
Totale 208,376

Altro girone di valore medio molto basso, stando al ranking, è il G. Qui troviamo la novità Lipsia, in un gruppo in cui sarà molto difficile delineare i valori reali, anche se Monaco e Porto meritano credito per storia recente e passata a fronte di Besiktas e Lipsia.

Tutte, tuttavia, hanno chances di qualificazione.

G  Ranking  Avversarie Prime 3
Monaco 62,333 160,605
Porto 98,866 124,072
Besiktas 45,84 177,098 207,039
Lipsia 15,899 207,039
Totale 222,938

 

Interessante sarà nel gruppo B la sfida tra Bayern e PSG: Anderlecht e Celtic sembrano le vittime sacrificali. In particolare la squadra belga – semifinalista di EL lo scorso anno – è quella a cui è andata peggio tra quelle di fascia 3 nel pescare gli avversari.

B  Ranking  Avversarie  Prime 3
Bayern 154,899 227,958
PSG 126,333 256,524
Anderlecht 58,84 324,017 340,072
Celtic 42,785 340,072
Totale 382,857

Non si può lamentare Mourinho. Al ritorno in Champions il suo United ha il compito di vincere il girone.

Solo il Porto, guardacaso una ex squadra del tecnico, ha avuto un sorteggio migliore tra quelli di seconda fascia.

A  Ranking  Avversarie  Prime 3
Benfica 111,866 209,213
Manchester United 95,192 225,887
Basilea 74,415 246,664 281,473
Cska Mosca 39,606 281,473
Totale 321,079

In attesa dei calendari uno scenario di grande interesse che alza il sipario su una Champions League quanto mai incerta.

Vero che il Real Madrid riparte come favorito d’obbligo, ma la situazione di Barcellona (dopo l’addio di Neymar) e Bayern (che ha salutato due colonne come Xabi e Lahm) rimescolano parzialmente le carte. Le inglesi, la Juventus e il Psg sono pronte ad inserirsi nel dominio delle tre grandi d’Europa.