suning diritti tv serie a
Zhang Jindong (foto Insidefoto.com)

Aspettando i diritti tv per il triennio 2018/21, Suning si assicura i diritti tv non escluisivi per il prossimo campionato.

Il gruppo proprietario dell’Inter, attraverso la sua piattaforma online PPTV, ha infatti acquistato per la Cina i diritti tv non esclusivi del nostro campionato per la stagione 2017-18, l’ultima del vecchio ciclo di vendita. La Serie A sarà quindi visibile pure sulla piattaforma online PPTV grazie a un accordo con MP&Silva.

Si tratta di un pacchetto (identico a quello acquistato dalla rivale di PPTV in Cina, Tencent) che comprende non solo il nostro campionato, ma anche i diritti tv della Ligue 1, della FA Cup e quelli del campionato scozzese.

suning bundesliga
Il logo di PPTV

Una novità, quindi, per i tifosi della Serie A in Cina, aspettando la vera svolta. Nei prossimi giorni infatti comincerà la vendita dei diritti tv per l’estero da parte della Lega Serie A per il triennio 2018/21: le offerte potranno cominciare ad arrivare dall’11 agosto in via Rosellini, e nei successivi giorni si potrà cominciare a delineare quali potranno essere i ricavi attesi per il campionato italiano.

Suning resta comunque tra i principali soggetti interessati: il suo obiettivo è quello di completare il quadro dei diritti tv del calcio europeo, dopo aver acquisito, nei scorsi mesi, i diritti tv per la Cina della Liga (accordo di 5 anni da 291,4 milioni di dollari), della Premier League (700 milioni di dollari per tre anni) e della Bundesliga (250 milioni di euro per cinque anni).

2 COMMENTI

  1. Come possiamo commentare questo articolo oggi, alla luce del fantomatico provvedimento del governo cinese che “limita” gli investimenti esteri in sport ma anche in entertainment? Semplice: non c’è nessuna limitazione, ma la scusa è ottima per non tirar fuori soldi per il mercato dell’Inter.

LASCIA UNA RISPOSTA:

Please enter your comment!
Please enter your name here