anticipazioni seconda maglia Atletico Madrid 2018-2019
Un gruppo di tifosi dell'Atletico Madrid in tribuna (Foto: Insidefoto.com)

L’Atletico Madrid parla un po’ più italiano. Con accento bresciano. Andrea Berta è stato infatti nominato nuovo direttore sportivo del club.

Arrivato nel 2013 dal Genoa, Berta ha ricoperto finora il ruolo di direttore tecnico dei colchoneros. Nelle ultime due stagioni ha rifiutato due offerte particolarmente importanti arrivate dal Manchester United e dal Paris Saint Germain. Ora la sua fedeltà è stata premiata.

Nei giorni scorsi, peraltro, il PSG aveva annunciato di aver ingaggiato nello stesso ruolo Antero Henrique.

Dalla banca alla Champions, il segreto di Simeone è anche il dt italiano Berta

Berta sostituirà Josè Luis Caminero che dal 2011 ha lavorato per il club madrileno. Presiederà, di fatto, cinque gruppi di lavoro: quello degli allenatori della prima squadra, gli assistenti degli allenatori, l’area di coordinamento della prima squadra, l’Atletico Madrid B e l’area scouting e analisi.

Berta, originario di Orzinuovi, ha iniziato la sua carriera nel bresciano, al Carpenedolo. Lasciando, però, un posto fisso: era capo filiale alla Bcc di Pompiano Franciacorta, ufficio di Pievedizio di Mairano, ha mollato tutto per fare il dirigente a tempo pieno.

Dopo il Carpenedolo il Parma, che condivideva con la squadra bresciana la proprietà di Tommaso Ghirardi, poi tre anni al Genoa, dove porta tra l’altro giocatori come Kucka, Birsa, Veloso, Grandqvist e Antonelli, che garantiranno incassi di un certo peso al club rossoblu.

Nel 2013 l’approdo all’Atletico Madrid di cui ora è diventato direttore sportivo, anche se nel club da sempre veniva considerato un diesse di fatto per la sua competenza e la grande capacità di coordinamento.