Ivan Perisic (Insidefoto.com)
Ivan Perisic (Insidefoto.com)

Il futuro di Ivan Perisic è solo nella mani dell’Inter. Walter Sabatini,  coordinatore tecnico di Suning Sport, parlando nel corso della conferenza stampa a Riscone di Brunico (sede del ritiro nerazzurro) ha fatto il punto sul futuro del calciatore croato, oggetto del desiderio del Manchester United di Jose Mourinho.

«Non sono un tattico da sala stampa. Dico le cose come stanno. Spalletti ci chiede di tenerlo, non vogliamo farlo, ma vogliamo tenere qui giocatore con giuste motivazioni. Lo United ha forte interesse, conosce la nostra idea sul calciatore e vedremo cosa succede. Il prezzo dei giocatori dell’Inter, lo fa l’Inter».

Perisic, ha spiegato ancora Sabatini, «è formidabile, fortissimo, lo vogliamo trattenere. Possiamo anche non farlo se non ci sono contropartite giuste per rimpiazzarlo. Terrà i comportamenti giusti. So come Spalletti riesce a trasferire l’idea nei giocatori. Non c’è un discorso su mentalità vincente, lui tirerà fuori l’anima da tutti i calciatori».

Sabatini si  è poi soffermato sull’approccio della proprietà dell’Inter verso lo sviluppo del club. «Il desiderio di Suning», ha spiegato Sabatini, «non è di colonizzare ma anche di non essere colonizzati. Sono stato 4 volte in Cina e ho capito che sarà possibile costruire un collegamento tra queste società».

Il coordinatore tecnico di Suning Sport ha anche ribadito l’impegno dell’azionista nel sostenere il mercato del club nerazzurro. »Di fronte ad una situazione di mercato determinante per l’Inter, #Suning non si tirerà indietro».